Archivio

Auto usate – Il flop: Dodge Avenger (2010)

di Marco Coletto -

Le auto che subiscono una forte svalutazione come la Dodge Avenger sono un affare per chi ha bisogno di un mezzo per spostarsi e non vuole spendere troppo. Un esemplare del 2010 della berlina americana (ora non più in commercio) si trova a soli 16.500 euro (diecimila meno di quanto costava da nuova lo scorso anno). Scopriamo i pregi e i difetti.

ABITABILITÀ – Le dimensioni esterne ingombranti (4,85 metri) consentono di ottenere un abitacolo ampio: tre persone riescono ad accomodarsi senza problemi sui sedili dietro.

FINITURA – Materiali di pessima qualità e assemblaggi imprecisi sono la norma a bordo. Difficile trovare una berlina con degli interni così mal realizzati.

DOTAZIONE DI SERIE – Nella media della categoria: tra gli accessori più interessanti segnaliamo i cerchi in lega e il cruise control.

CAPACITÀ BAGAGLIAIO – 438 litri sono pochini, ma per fortuna i sedili posteriori sono abbattibili e sdoppiati.

POSTO GUIDA – Le auto americane ci hanno abituato da sempre ad ampie regolazioni e la Avenger non fa eccezione. Solo la pedaliera (troppo arretrata) é un po’ scomoda.

CLIMATIZZAZIONE – L’impianto é efficace ma soprattutto molto potente.

SOSPENSIONI – Le sospensioni morbide garantiscono un comfort eccellente per tutta la durata del viaggio.

RUMOROSITÀ – Il propulsore iniettore-pompa di origine Volkswagen é noto per il suo sound fastidioso, specialmente alle basse velocità.

MOTORE – Il 2.0 turbodiesel Euro 4 da 140 CV e 310 Nm di coppia é molto pronto fin dai bassi regimi. La spinta si esaurisce intorno a quota 4.000.

CAMBIO – La trasmissione manuale a sei marce é penalizzata da una leva dalla corsa troppo lunga.

STERZO – Buono se si guida in modo tranquillo, chi vuole prendere le curve in modo allegro può rimanere deluso dalla mancanza di precisione.

PRESTAZIONI – 203 km/h di velocità massima e 11,8 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. Sia lo spunto che la ripresa sono deboli.

DOTAZIONE DI SICUREZZA – ABS, airbag frontali, laterali e a tendina ed ESP. Quanto basta per potersi ritenere soddisfatti.

VISIBILITÀ – Parcheggiare un’auto così lunga non é semplice, soprattutto se ha dei montanti posteriori così voluminosi.

FRENI – Non deludono e non soddisfano.

TENUTA DI STRADA – Rassicurante, con una leggera tendenza al sottosterzo quando si affronta una curva in velocità.

PREZZO – Da nuova costava 26.411 euro, oggi si trova (abbastanza facilmente nonostante lo scarso successo di pubblico) a circa 16.500 euro. Quanto una Chevrolet Cruze “base” appena uscita dal concessionario.

TENUTA DEL VALORE – Chi l’ha comprata nuova in un anno ha perso 10.000 euro. Il prezzo é destinato a scendere ulteriormente in futuro. Se la volete é meglio tenerla a lungo.

CONSUMO – 16,1 km/l. Nella media della categoria.

GARANZIE – La copertura globale e quella sulla corrosione dei laminati interni scadranno il prossimo anno. I lamierati esterni sono protetti fino al 2017.

Auto usate: trova qui la tua.