Archivio

Auto usate – Il flop: Toyota Corolla 2.0 D-4D (2004)

di Marco Coletto -

La Toyota Corolla non é mai stata molto apprezzata dal pubblico italiano. La versione turbodiesel 2.0 D-4D, ristilizzata nel 2004, é affidabile e monta un motore Euro 4 ricco di coppia e pronto fin dai bassi regimi. Ma i difetti non mancano: i tagliandi vanno effettuati ogni 15.000 km o un anno, il bagagliaio é piccolo e il propulsore dalla cilindrata elevata consuma parecchio. Scopriamo i vantaggi e gli svantaggi della tre porte.

ABITABILITÀ – Lo spazio a disposizione dei passeggeri é nella media della categoria. Dietro si sta comodi soprattutto in altezza.

FINITURA – La qualità  dei materiali utilizzati é di buon livello, anche se qualche particolare nascosto potrebbe essere più curato.

DOTAZIONE DI SERIE – Povera: di serie c’era solo l’autoradio. Tutto il resto (climatizzatore e fendinebbia compresi) si pagava a parte.

CAPACITÀ BAGAGLIAIO – 289 litri (non molti) che diventano 1.100 quando si abbattono i sedili posteriori. Il vano non é molto largo e presenta un gradino all’altezza della soglia di carico.

POSTO GUIDA – La posizione di seduta alta riduce i centimetri a disposizione della testa del pilota. Poche regolazioni.

CLIMATIZZAZIONE – L’impianto manuale funziona, però era a pagamento. La maggioranza degli esemplari in commercio lo monta, ma fate comunque attenzione al momento dell’acquisto.

SOSPENSIONI – Confortevoli quanto quelle di una Avensis. Uno dei punti di forza di questa vettura.

RUMOROSITÀ – L’abitacolo ha ricevuto un trattamento insorizzante eccellente: per rilevare il rumore del motore a bordo bisogna tenere le orecchie aperte.

MOTORE – Il 2.0 turbodiesel Euro 4 da 116 CV e 280 Nm di coppia (tantissimi) predilige i bassi regimi e i tragitti autostradali.

CAMBIO – La trasmissione manuale a cinque rapporti é morbida negli innesti ma delude quando si aumenta il ritmo.

STERZO – Come il cambio: convincente alle basse andature, impreciso quando lo si sfrutta a fondo.

PRESTAZIONI – 185 km/h di velocità  massima e 10,9 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. Nella norma.

DOTAZIONE DI SICUREZZA – Abbastanza completa, a differenza di quella di serie: airbag frontali, laterali e a tendina.

VISIBILITÀ – Dietro la situazione é buona mentre nelle curve bisogna fare i conti con gli spessi montanti anteriori.

FRENI – L’impianto é eccellente, anche se il pedale potrebbe essere meno “cedevole”.

TENUTA DI STRADA – Sempre sicura, anche quando si esagera, nonostante l’assenza dell’ESP. Occhio al sottosterzo se andate troppo forte in curva.

PREZZO – Da nuova costava 17.101 euro, oggi vale circa 3.000 euro. Trovarla é praticamente impossibile: il restyling ha debuttato alla fine del 2004 e le versioni a tre porte sono poco richieste.

TENUTA DEL VALORE – Se non fosse per la carrozzeria a tre porte e per il motore dalla cilindrata elevata sarebbe nella media della categoria. Ma purtroppo così non é.

CONSUMO – 17,5 km/l. Alto in ogni occasione.

GARANZIE – Quella globale é scaduta nel 2009 e quella sulla verniciatura nel 2007. Per il termine della copertura sulla corrosione bisognerà  invece aspettare il 2016.

Auto usate: trova qui la tua.