• pubblicato il 18-09-2013

Rush, la storia vera del Mondiale F1 1976

di Marco Coletto

Il mitico duello tra James Hunt e Niki Lauda

In concomitanza con l'uscita nei cinema del film Rush abbiamo deciso di analizzare nel dettaglio la storia vera del Mondiale F1 1976 e del duello tra James Hunt e Niki Lauda. Non è un caso che il regista Ron Howard abbia scelto di proporre sul grande schermo questa stagione: 37 anni fa si disputò infatti uno dei campionati più emozionanti della storia del Circus.

Mondiale F1 1976 - La storia

Il Mondiale F1 1976 è caratterizzato dalla presenza di ben cinque fornitori di motori: ai già noti BRM, Ferrari e Ford Cosworth si aggiungono l'Alfa Romeo (tornata nel Circus dopo un'assenza di cinque anni) e la Matra (in pianta stabile dopo un paio di GP corsi l'anno precedente).

Per la prima volta il Circus fa tappa in Asia (più precisamente in Giappone) e a Long Beach, rientra il GP del Canada dopo un anno di stop e il GP di Spagna si trasferisce sul circuito di Jarama.

Per quanto riguarda le scuderie del Mondiale F1 1976 si segnalano l'addio alle scene della Hill (dopo la morte del fondatore Graham in un incidente aereo nel novembre 1975) e il debutto assoluto di tre team: uno importante (la Ligier), gli altri due - la Boro e la Kojima - meno.

Il favorito è il campione del mondo in carica Niki Lauda mentre sorprende la decisione del vicecampione iridato Emerson Fittipaldi di lasciare la McLaren (viene rimpiazzato da James Hunt) per correre con la Copersucar, scuderia di sua proprietà.

1 - GP Brasile (Interlagos) - 25 gennaio 1976

James Hunt conquista la prima pole stagionale ma viene beffato al via dalle due Ferrari. Niki Lauda balza al comando al 9° giro dopo che il compagno Regazzoni si ritrova costretto a recarsi ai box per via di una foratura e taglia il traguardo per primo. Hunt rallenta per un problema al motore al 27° giro e si ritira cinque tornate più tardi.

Classifica

1 Niki Lauda (Ferrari)   1:45:16.78
2 Patrick Depailler (Tyrrell)  + 18.47 s
3 Tom Pryce (Shadow)  + 23.84 s
4 Hans Joachim Stuck (March) + 1:28.17 s
5 Jody Scheckter (Tyrrell)  + 1:56.46 s
rit. James Hunt (McLaren)  incidente

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   9 punti
2 Patrick Depailler (Tyrrell)  6 punti
3 Tom Pryce (Shadow)  4 punti
4 Hans Joachim Stuck (March) 3 punti
5 Jody Scheckter (Tyrrell)  2 punti
 James Hunt (McLaren)  0 punti

2 - GP Sudafrica (Kyalami) - 6 marzo 1976

Ancora una pole position per James Hunt, ancora una grande partenza per Niki Lauda, sempre in testa dal primo all'ultimo giro nonostante la presenza di un detrito in uno pneumatico nelle ultime tornate.

Classifica

1 Niki Lauda (Ferrari)   1:42.18.4
2 James Hunt (McLaren)  + 01.3 s
3 Jochen Mass (McLaren)  + 45.9 s
4 Jody Scheckter (Tyrrell)  + 1:08.4 s
5 John Watson (Penske)  + 1 giro

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   18 punti
2 Patrick Depailler (Tyrrell)  6 punti
 James Hunt (McLaren)  6 punti
4 Jody Scheckter (Tyrrell)  5 punti
 Jochen Mass (McLaren)  5 punti

3 - GP USA-Ovest (Long Beach) - 28 marzo 1976

Regazzoni conquista la prima pole stagionale per la Ferrari e sale sul gradino più alto del podio in una gara dominata dall'inizio alla fine. Niki Lauda inizia ad allungare in classifica sui rivali grazie al secondo posto mentre James Hunt è vittima di un incidente al terzo giro dopo un duello con Depailler.

Classifica

1 Clay Regazzoni (Ferrari)  1:53:18.471
2 Niki Lauda (Ferrari)   + 42.414 s
3 Patrick Depailler (Tyrrell)  + 49.972 s
4 Jacques Laffite (Ligier)  + 1:12.828 s
5 Jochen Mass (McLaren)  + 1:22.292 s
rit. James Hunt (McLaren)  incidente

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   24 punti
2 Patrick Depailler (Tyrrell)  10 punti
3 Clay Regazzoni (Ferrari)  9 punti
4 Jochen Mass (McLaren)  7 punti
5 James Hunt (McLaren)  6 punti

4 - GP Spagna (Jarama) - 2 maggio 1976

Niki Lauda sembra avere il Mondiale in tasca ma il 19 aprile si rompe due costole ribaltandosi alla guida di un trattore. Nonostante sia imbottito di antidolorifici termina le qualifiche e la gara al secondo posto (dopo aver trascorso in testa la prima metà della corsa) dietro James Hunt. Prima del via del GP in cui debutta la Tyrrell P34 (la prima F1 a sei ruote di sempre) le McLaren vengono considerate illegali per via di alettoni più larghi di 2 centimetri rispetto al consentito: i commissari di gara ritengono che questa soluzione non incide sulle prestazioni e considerano quindi valido il successo di Hunt.

Classifica

1 James Hunt (McLaren)  1:42:20.43
2 Niki Lauda (Ferrari)   + 30.97 s
3 Gunnar Nilsson (Lotus)  + 48.02 s
4 Carlos Reutemann (Brabham) + 1 giro
5 Chris Amon (Ensign)   + 1 giro

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   30 punti
2 James Hunt (McLaren)  15 punti
3 Patrick Depailler (Tyrrell)  10 punti
4 Clay Regazzoni (Ferrari)  9 punti
5 Jochen Mass (McLaren)  7 punti

5 - GP Belgio (Zolder) - 16 maggio 1976

Niki Lauda domina conquistando la pole e la vittoria rimanendo sempre in testa alla corsa. James Hunt è invece costretto al ritiro per un problema al cambio al 35° giro mentre si trova in quinta posizione. Per la prima volta dal 1971 una monoposto motorizzata Ford Cosworth non sale sul podio, per la prima volta in assoluto una Ligier termina nelle prime tre posizioni.

Classifica

1 Niki Lauda (Ferrari)   1:42:53.23
2 Clay Regazzoni (Ferrari)  + 03.46 s
3 Jacques Laffite (Ligier)  + 35.38 s
4 Jody Scheckter (Tyrrell)  + 1:31.08 s
5 Alan Jones (Surtees)  + 1 giro
rit. James Hunt (McLaren)  cambio

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   39 punti
2 Clay Regazzoni (Ferrari)  15 punti
 James Hunt (McLaren)  15 punti
4 Patrick Depailler (Tyrrell)  10 punti
5 Jody Scheckter (Tyrrell)  8 punti

6 - GP Monaco (Monaco) - 30 maggio 1976

Ancora un dominio di Niki Lauda, sempre più leader del Mondiale: il pilota austriaco ottiene sul circuito di Monte Carlo la pole position e rimane in testa dalla partenza all'arrivo. Male James Hunt, partito 14° e ritirato al 24° giro per guai al motore.

Classifica

1  Niki Lauda (Ferrari)   1:59:51.47
2 Jody Scheckter (Tyrrell)  + 11.13 s
3 Patrick Depailler (Tyrrell)  + 1:04.84 s
4 Hans Joachim Stuck (March) + 1 giro
5 Jochen Mass (McLaren)  + 1 giro
rit. James Hunt (McLaren)  motore

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   48 punti
2 Clay Regazzoni (Ferrari)  15 punti
 James Hunt (McLaren)  15 punti
4 Patrick Depailler (Tyrrell)  14 punti
 Jody Scheckter (Tyrrell)  14 punti

7 - GP Svezia (Anderstorp) - 13 giugno 1976

La Tyrrell a sei ruote guidata da Scheckter conquista a sorpresa la pole position e ottiene una memorabile doppietta, l'ultima nella storia della gloriosa scuderia britannica. Niki Lauda, terzo, sale sul podio per la nona volta consecutiva eguagliando il primato di Clark del 1963 (che verrà battuto solo nel 2002 da Schumacher) mentre James Hunt si deve accontentare della quinta piazza.

Classifica

1 Jody Scheckter (Tyrrell)  1:46:53.729
2 Patrick Depailler (Tyrrell)  + 19.766 s
3 Niki Lauda (Ferrari)   + 33.866 s
4 Jacques Laffite (Ligier)  + 55.819 s
5 James Hunt (McLaren)  + 59.483 s

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   52 punti
2 Jody Scheckter (Tyrrell)  23 punti
3 Patrick Depailler (Tyrrell)  20 punti
4 James Hunt (McLaren)  17 punti
5 Clay Regazzoni (Ferrari)  16 punti

8 - GP Francia (Paul Ricard) - 4 luglio 1976

James Hunt realizza la pole position ma al via viene superato da Niki Lauda, ritiratosi all'8° giro per noie al propulsore. Il driver britannico rimane in testa per il resto della corsa raggiungendo Depailler al secondo posto della classifica generale.

Classifica

1 James Hunt (McLaren)  1:40:58.60
2 Patrick Depailler (Tyrrell)  + 12.70 s
3 John Watson (Penske)  + 23.55 s
4 Carlos Pace (Brabham)  + 24.82 s
5 Mario Andretti (Lotus)  + 43.92 s
rit. Niki Lauda (Ferrari)   albero a camme

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   52 punti
2 Patrick Depailler (Tyrrell)  26 punti
 James Hunt (McLaren)  26 punti
4 Jody Scheckter (Tyrrell)  24 punti
5 Clay Regazzoni (Ferrari)  16 punti

9 - GP Gran Bretagna (Brands Hatch) - 18 luglio 1976

In un GP contraddistinto dalla presenza di due donne (Lella Lombardi e Divina Galica) Niki Lauda parte in pole position affiancato da James Hunt. Durante un tentativo di sorpasso al via Regazzoni butta fuori pista l'inglese e viene esposta la bandiera rossa. Nonostante il regolamento preveda l'ammissione alla seconda partenza solo ai driver che hanno ultimato il primo giro Hunt viene riammesso alla gara a furor di popolo con la monoposto riparata e come compromesso si lascia correre anche Regazzoni con il muletto. Lauda conserva la prima posizione, Regazzoni viene squalificato a metà corsa per la questione muletto e al 45° giro Hunt conquista la vetta della corsa e non la molla più fino alla bandiera a scacchi. Solo il 24 settembre la FIA decide di squalificare Hunt per essersi riallineato sulla griglia di partenza con il muletto.

Classifica

1 Niki Lauda (Ferrari)   1:44:19.66
2 Jody Scheckter (Tyrrell)  + 16.18 s
3 John Watson (Penske)  + 1 giro
4 Tom Pryce (Shadow)  + 1 giro
5 Alan Jones (Surtees)  + 1 giro
   James Hunt (McLaren) squalificato

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   61 punti
2 Jody Scheckter (Tyrrell)  30 punti
3 Patrick Depailler (Tyrrell)  26 punti
 James Hunt (McLaren)  26 punti
5 Clay Regazzoni (Ferrari)  16 punti

10 - GP Germania (Nürburgring) - 1 agosto 1976

James Hunt vince facilmente la gara - l'ultima disputata sulla mitica Nordschleife - dopo aver conquistato la pole position. Niki Lauda è invece vittima di un incidente pauroso: a causa di una chiazza di umidità sull'asfalto il driver austriaco perde il controllo della propria monoposto, che si schianta e prende fuoco. Viene tirato fuori dall'abitacolo da Ertl, Lunger e Merzario e portato in ospedale, dove riceve addirittura l'estrema unzione.

Classifica

1 James Hunt (McLaren)  1:41:42.7
2 Jody Scheckter (Tyrrell)  + 27.7 s
3 Jochen Mass (McLaren)  + 52.4 s
4 Carlos Pace (Brabham  + 54.2 s
5 Gunnar Nilsson (Lotus)  + 1:57.3 s
rit. Niki Lauda (Ferrari)   incidente

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   61 punti
2 Jody Scheckter (Tyrrell)  36 punti
3 James Hunt (McLaren)  35 punti
4 Patrick Depailler (Tyrrell)  26 punti
5 Clay Regazzoni (Ferrari)  16 punti

11 - GP Austria (Österreichring) - 15 agosto 1976

Per protesta contro la decisione della Federazione Internazionale di ufficializzare la vittoria di James Hunt in Spagna la Ferrari decide di non prendere parte a questa tappa del Mondiale. Hunt ottiene la pole position ma si fa beffare al via da Watson, sorpassato al 3° giro da Peterson, a sua volta ripassato da Watson (con una breve parentesi in vetta di Scheckter alla 10° tornata). Il pilota britannico ottiene il suo primo successo in carriera e per la prima volta dopo nove anni di digiuno una monoposto statunitense torna a tagliare per prima il traguardo.

Classifica

1 John Watson (Penske)  1:30:07.86
2 Jacques Laffite (Ligier)  + 10.79 s
3 Gunnar Nilsson (Lotus)  + 11.98 s
4 James Hunt (McLaren)  + 12.44 s
5 Mario Andretti (Lotus)  + 21.49 s
 Niki Lauda (Ferrari)   infortunato

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   61 punti
2 James Hunt (McLaren)  38 punti
3 Jody Scheckter (Tyrrell)  36 punti
4 Patrick Depailler (Tyrrell)  26 punti
5 John Watson (Penske)  19 punti

12 - GP Olanda (Zandvoort) - 29 agosto 1976

Peterson parte in pole position e rimane in testa fino al 12° giro quando viene superato da James Hunt e da Watson. Il pilota della McLaren conserva la prima posizione fino alla fine dopo un duello emozionante con Regazzoni riducendo considerevomente i punti di distacco che lo seperano da Niki Lauda.

Classifica

1 James Hunt (McLaren)  1:44:52.09
2 Clay Regazzoni (Ferrari)  + 00.92 s
3 Mario Andretti (Lotus)  + 02.09 s
4 Tom Pryce (Shadow)  + 06.94 s
5 Jody Scheckter (Tyrrell)  + 22.46 s
 Niki Lauda (Ferrari)   infortunato

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   61 punti
2 James Hunt (McLaren)  47 punti
3 Jody Scheckter (Tyrrell)  38 punti
4 Patrick Depailler (Tyrrell)  26 punti
5 Clay Regazzoni (Ferrari)  22 punti

13 - GP Italia (Monza) - 12 settembre 1976

Dopo soli 42 giorni dall'incidente che lo ha sfigurato Niki Lauda torna a gareggiare nonostante la Ferrari abbia già scelto come sostituto Reutemann. Ottiene la quinta posizione in griglia e porta a casa un quarto posto importantissimo mentre James Hunt - inizialmente non qualificato per via di benzina non conforme secondo i tecnici dell'Agip (fornitrice della scuderia di Maranello) -  parte 24° e va in testacoda all'11° giro. Scheckter passa in testa dopo il via e cede la prima posizione a Peterson - che conquista la vittoria - all'11° tornata.

Classifica

1 Ronnie Peterson (March) 1:30:35.6
2 Clay Regazzoni (Ferrari)  + 02.3 s
3 Jacques Laffite (Ligier)  + 03.0 s
4 Niki Lauda (Ferrari)   + 19.4 s
5 Jody Scheckter (Tyrrell)  + 19.5 s
rit. James Hunt (McLaren)  testacoda

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   64 punti
2 James Hunt (McLaren)  47 punti
3 Jody Scheckter (Tyrrell)  40 punti
4 Clay Regazzoni (Ferrari)  28 punti
5 Patrick Depailler (Tyrrell)  27 punti

14 - GP Canada (Mosport) - 3 ottobre 1976

Una grande prova di James Hunt che ottiene la pole position e taglia per primo il traguardo dopo aver ceduto temporaneamente la testa della corsa a Peterson nei primi otto giri. Niki Lauda invece delude e non ottiene neanche un punto.

Classifica

1 James Hunt (McLaren)  1:40:09.626
2 Patrick Depailler (Tyrrell)  + 06.331 s
3 Mario Andretti (Lotus)  + 10.366 s
4 Jody Scheckter (Tyrrell)  + 19.745 s
5 Jochen Mass (McLaren)  + 41.811 s
8 Niki Lauda (Ferrari)   + 1:12.957 s

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   64 punti
2 James Hunt (McLaren)  56 punti
3 Jody Scheckter (Tyrrell)  43 punti
4 Patrick Depailler (Tyrrell)  33 punti
5 Clay Regazzoni (Ferrari)  29 punti

15 - GP USA (Watkins Glen) - 10 ottobre 1976

Nella penultima tappa della stagione James Hunt ottiene nuovamente la pole position e sale sul gradino più alto del podio al termine di un duello intenso contro Scheckter. Niki Lauda torna nella "top 3" per la prima volta dall'incidente del Nürburgring: un piazzamento che permette alla Ferrari di vincere nuovamente il Mondiale Costruttori.

Classifica

1 James Hunt (McLaren)  1:42:40.741
2 Jody Scheckter (Tyrrell)  + 08.030 s
3 Niki Lauda (Ferrari)   + 1:02.324 s
4 Jochen Mass (McLaren)  + 1:02.458 s
5 Hans Joachim Stuck (March) + 1:07.978 s

Classifica Mondiale Piloti

1 Niki Lauda (Ferrari)   68 punti
2 James Hunt (McLaren)  65 punti
3 Jody Scheckter (Tyrrell)  49 punti
4 Patrick Depailler (Tyrrell)  33 punti
5 Clay Regazzoni (Ferrari)  29 punti

16 - GP Giappone (Fuji) - 24 ottobre 1976

Una corsa surreale, caratterizzata dalla pioggia battente che rende estremamente pericoloso gareggiare. James Hunt parte in seconda posizione, Niki Lauda in terza. Il pilota britannico passa immediatamente al comando mentre il rivale austriaco per ragioni ancora oggi ignote (la più probabile resta la paura) torna ai box già al secondo giro. Il titolo sembra saldamente nelle mani di James (a cui basta un quarto posto per diventare campione del mondo) ma al 62° giro il driver della McLaren decide di rallentare per conservare le gomme e passa al terzo posto dopo Depailler e Andretti e successivamente secondo dopo la foratura di Depailler. Hunt fora al 69° giro e si ritrova incredibilmente quinto a soli cinque giri dal termine. Sorpassa Jones e Regazzoni e chiude iridato sul podio.

Classifica

1 Mario Andretti (Lotus)  1:43:58.86
2 Patrick Depailler (Tyrrell)  + 1 giro
3 James Hunt (McLaren)  + 1 giro
4 Alan Jones (Surtees)  + 1 giro
5 Clay Regazzoni (Ferrari)  + 1 giro
rit. Niki Lauda (Ferrari)

CLASSIFICA FINALE MONDIALE PILOTI

1 JAMES HUNT (MCLAREN)  69 PUNTI
2 NIKI LAUDA (FERRARI)   68 PUNTI
3 JODY SCHECKTER (TYRRELL) 49 PUNTI
4 PATRICK DEPAILLER (TYRRELL) 39 PUNTI
5 CLAY REGAZZONI (FERRARI)  31 PUNTI

CLASSIFICA FINALE MONDIALE COSTRUTTORI

1 FERRARI      83 PUNTI
2 MCLAREN - FORD COSWORTH 74 PUNTI
3 TYRRELL - FORD COSWORTH 71 PUNTI
4 LOTUS - FORD COSWORTH  29 PUNTI
5 LIGIER - MATRA    20 PUNTI

Rush, la storia vera del Mondiale F1 1976

L'opinione dei lettori