• pubblicato il 24-10-2011

Audi A3: la storia della compatta "premium" dei quattro anelli

di Marco Coletto

Le mille evoluzioni della "segmento C" di Ingolstadt.

La nuova Audi A3, che arriverà nelle concessionarie nel 2012, avrà molti elementi in comune con la concept presentata allo scorso Salone di Ginevra.

La "segmento C" dei quattro anelli è stata una delle prime auto ad offrire contenuti da "premium" in dimensioni ridotte. Scopriamo la sua storia.

Prima serie

L'Audi A3 nasce nel 1996, è basata sul pianale della quarta serie della Volkswagen Golf ed è disponibile esclusivamente a tre porte e con la trazione anteriore o integrale.

Le portiere posteriori arrivano nel 1999 insieme al motore 1.8 turbo a benzina da 180 CV mentre nel 2001 è la volta del restyling (nuovi fari, qualche modifica estetica e il propulsore 1.9 TDI da 130 CV).

La variante sportiva S3, dotata di un'unità 1.8 da 210 CV, viene potenziata fino a quota 225.

Seconda serie

Viene svelata in occasione del Salone di Ginevra del 2003, ha solo tre porte e porta al debutto i propulsori ad iniezione diretta di benzina e il cambio a doppia frizione.

La Sportback del 2004 non è solo la versione a cinque porte: è più lunga di 8 centimetri, offre più spazio per le valigie e ha la calandra "single frame" che verrà adottata in seguito sul resto della gamma.

Nel 2006 è la volta dell'aggressiva S3, con un motore 2.0 da 265 CV, mentre nel 2008 tocca al restyling (frontale modificato e motore 2.0 TDI common rail) e alla S3 Sportback, tanto versatile quanto brutale.

Nonostante l'anzianità del progetto le novità non mancano nemmeno alla fine della carriera: nel 2009 debuttano infatti nella gamma i propulsori 1.2 TFSI e 1.6 TDI e nel 2011 viene commercializzata la supersportiva RS3 Sportback, dotata di un 2.5 a cinque cilindri da ben 340 CV.

Il futuro

La terza generazione della A3 sarà come sempre disponibile nelle versioni a tre e a cinque porte ma verrà venduta anche in un'inedita variante con la coda.

Una vettura lunga meno di quattro metri e mezzo che rappresenterà un'alternativa più economica (e meno ingombrante) alla sorella maggiore A4.

Audi A3: la storia della compatta "premium" dei quattro anelli

L'opinione dei lettori