• pubblicato il 09-02-2012

Volkswagen Jetta, la storia della Golf con la coda

di Marco Coletto

Apprezzatissima in America, (molto) meno in Italia.

La Volkswagen Jetta, variante a quattro porte della Golf, non ha mai avuto successo in Italia: nel nostro Paese le compatte con la coda sono poco apprezzate e anche il nome (che ricorda la "jella") non ha aiutato.

La sesta generazione, denominata A6, è in commercio dal 2010 e ha una gamma motori composta da due unità da 105 CV: un 1.2 TSI (turbo ad iniezione diretta di benzina) e un 1.6 turbodiesel TDI. Pur essendo basata sul pianale della Golf ha un passo più lungo di 7 centimetri e un design differente, caratterizzato da un frontale squadrato che ricorda quello della piccola Polo.

Scopriamo insieme la storia di questo modello.

A1 (1979)

Viene realizzata per attirare il pubblico nordamericano, monta motori da 1,1 a 1,8 litri da 50 a 112 CV ed è disegnata da Giorgetto Giugiaro. Nel 1981 arriva il 1.6 diesel da 50 CV mentre nel 1984 è la volta della sportiva 1.8 GLI.

A2 (1984)

Più grande fuori e più spaziosa dentro, ha un'aerodinamica più curata e un bagagliaio ancora più capiente. La gamma dei propulsori comprende unità da 1,3 a 1,8 litri da 54 a 139 CV e ben tre motori 1.6 a gasolio da 53 a 69 CV. Questa serie è ancora oggi prodotta e venduta in Cina.

A5 (2005)

Dopo undici anni di assenza dal mercato (dovuti alla commercializzazione della terza e della quarta generazione della Jetta con i nomi Vento e Bora) la Jetta torna nei nostri listini.

Presentata al Salone di Los Angeles del 2005, è caratterizzata dalle sospensioni posteriori multilink e dalla mascherina cromata presa in prestito dalla Golf R32. Nella gamma motori (da 1,4 a 2 litri da 102 a 200 CV) spiccano i propulsori FSI ad iniezione diretta di benzina.

IL FUTURO

Entro l'anno debutterà la versione ibrida Hybrid. Il motore 1.4 TSI (turbo ad iniezione diretta di benzina) da 150 CV è abbinato ad un'unità elettrica da 27 CV in grado di garantire consumi ridotti (19,2 km/l) ed un'autonomia ad emissioni zero di 2 chilometri (velocità massima di 70 km/h).

Volkswagen Jetta, la storia della Golf con la coda

L'opinione dei lettori