Auto Story

Nissan Micra, l’evoluzione del design

Storia del design della Nissan Micra, 35 anni di carriera e cinque generazioni

La Nissan Micra è una piccola dalle mille facce, una “segmento B” che in 35 anni di carriera e in cinque generazioni si è reinventata più volte per conquistare clienti sempre diversi. Scopriamo insieme la storia del design dell’utilitaria giapponese.

Nissan Micra prima generazione restyling tre quarti posteriore

Nissan Micra prima generazione (1982)

La prima generazione della Nissan Micra nasce ufficialmente nel 1982 ma è solo nel 1990 che la piccola giapponese (in occasione del restyling) arriva nel nostro Paese.

Disponibile a tre o a cinque porte, ha un design esterno razionale (e a dire il vero un po’ troppo anonimo) ma un abitacolo molto spazioso.

Nissan Micra seconda generazione (1992)

La seconda generazione della Nissan Micra è sicuramente una delle cinque auto giapponesi più importanti di sempre: prima vettura nipponica ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento di Auto dell’Anno, seduce gli automobilisti grazie ad un design emozionale contraddistinto da forme tondeggianti.

Nissan Micra terza generazione (2002)

La terza generazione della Nissan Micra – ispirata nello stile alla concept mm.e vista al Salone di Francoforte 2001 – riprende vagamente (nel posteriore) le forme della vecchia Fiat 500.

Non mancano però tocchi molto originali come la “bolla” sui fari anteriori che consente di percepire meglio gli ingombri durante le manovre e il lunotto posteriore bombato. Molto femminile lo stile degli interni.

In occasione del restyling del 2005 vede la luce la Nissan Micra C+C con tetto ripiegabile in metallo, che segue la moda delle coupé/cabriolet.

Nissan Micra quarta generazione (2010)

La crisi economica si riflette nel design della quarta generazione della Nissan Micra: la piccola nipponica dice addio alle forme chic per lasciare spazio ad uno stile più razionale dovuto alla riduzione dei costi di produzione e al fatto di essere diventata un’auto progettata per essere venduta in tutto il mondo.

Una “world car” disponibile esclusivamente a cinque porte ricca di contenuti ma dall’estetica che ricorda quella di una vettura “low cost”. La situazione migliora con il restyling del 2013, che porta un frontale più adatto ai gusti europei ed impreziosito da alcune cromature.

Nissan Micra quinta generazione (2017)

Con la quinta generazione la Nissan Micra raggiunge un livello di “cattiveria” mai visto prima: frontale aggressivo, linee spigolose e maniglie delle portiere posteriori nascoste per aumentare la sensazione di sportività.

Una “segmento B” rivolta soprattutto al pubblico maschile contraddistinta da una plancia rifinita con estrema cura, una netta svolta rispetto alla serie precedente.