• pubblicato il 10-09-2014

107, iOn e 108, la storia delle citycar Peugeot

L'evoluzione delle tre "baby" della Casa del Leone, attiva in questo segmento da soli nove anni

La Peugeot produce citycar da meno di dieci anni ma ha già avuto modo di lanciare tre modelli - la 107, la iOn e la 108 - capaci di riscuotere un discreto successo in Europa. Attualmente il listino della Casa francese comprende due vetture appartenenti a questo segmento.

L’elettrica iOn, commercializzata dal 2011, non è altro che la gemella della Citroën C-Zero e della Mitsubishi i-MiEV. Prodotta in Giappone e disponibile esclusivamente a cinque porte, monta un motore ad emissioni zero da 64 CV (67 dal 2012).

La Peugeot 108, erede della 107, debutta invece al Salone di Ginevra 2014 insieme alle sorelle Citroën C1 e Toyota Aygo. Disponibile a tre e a cinque porte, assemblata in Repubblica Ceca e acquistabile con un ampio tetto apribile in tela, ospita sotto il cofano due motori tre cilindri a benzina: un 1.0 da 69 CV e un 1.2 da 82 CV.

Di seguito troverete invece la storia della capostipite delle citycar del Leone.

Peugeot 107 (2005)

La Peugeot 107 - che, come la 108, viene assemblata in Repubblica Ceca insieme alla Citroën C1 e alla Toyota Aygo (differenti solo in qualche dettaglio) - debutta sul mercato nel 2005. Nata per offrire un’alternativa più piccola ed economica alla 206, ha una gamma motori al lancio composta da un 1.0 a benzina da 68 CV e da un 1.4 turbodiesel HDi da 54 CV.

Nel 2009 è la volta di un restyling che, grazie all’introduzione del paraurti anteriore cromato, contribuisce ad incrementare l’eleganza della citycar transalpina mentre l’anno seguente sparisce dal listino il propulsore a gasolio.

La Peugeot 107 beneficia di un secondo lifting nel 2012: le modifiche apportate al frontale rendono il muso più simile a quello delle ultime proposte della Casa del Leone.

107, iOn e 108, la storia delle citycar Peugeot

L'opinione dei lettori