• pubblicato il 31-07-2013

Dalla Evasion alla C8, la storia delle grandi monovolume Citroën

di Marco Coletto

Quasi vent'anni di evoluzione per le auto spaziose del Double Chevron

Da quasi vent'anni le grandi monovolume Citroën accompagnano gli automobilisti europei che cercano un mezzo affidabile in grado di accogliere fino a sette passeggeri.

Il listino del Double Chevron è attualmente composto da due modelli.

Citroën C4 Grand Picasso seconda generazione (2013)

La versione allungata e a sette posti della seconda serie della MPV compatta del Double Chevron debutterà ufficialmente al Salone di Francoforte. La gamma motori della seconda generazione della Citroën C4 Grand Picasso, identica a quella della variante a cinque posti, comprende due unità 1.6 a benzina da 120 e 156 CV e tre turbodiesel: 1.6 da 92 e 114 CV e 2.0 da 156 CV.

Citroën C8 (2002)

La Citroën C8, realizzata insieme a Fiat (Ulysse), Lancia (Phedra) e Peugeot (807), ha una gamma motori al lancio che comprende due unità a benzina (2.2 da 158 CV e 3.0 V6 da 204 CV) e due turbodiesel HDi (2.0 da 107 CV e 2.2 da 128 CV).

Nel 2005 spariscono dal listino i propulsori a Ciclo Otto e arriva un 2.0 turbodiesel HDi da 109 CV mentre nel 2006 viene rivoluzionata l'intera gamma motori, formata quell'anno da tre unità 2.0: un benzina da 140 CV e due turbodiesel da 120 e 136 CV.

Il 2007 è l'anno del debutto del 2.2 a gasolio HDi da 170 CV e nel 2008 - in occasione di un primo, leggero, restyling che coinvolge soprattutto il frontale della Citroën C8 - spariscono per sempre le unità a benzina.

Nel 2010 il 2.0 da 120 CV e il 2.2 da 170 CV abbandonano le scene mentre compare per la prima volta un due litri turbodiesel HDi da 163 CV.

Scopriamo insieme le antenate di questi modelli.

Citroën Evasion (1994)

La Citroën Evasion nasce come frutto della collaborazione con la Fiat (che realizza l'Ulysse), la Lancia (Z) e la Peugeot (806). Realizzata sullo stesso pianale del veicolo commerciale Jumpy, ha una gamma motori al lancio che comprende un 2.0 a benzina da 121 e 147 CV.

Nel 1995 è la volta di un 1.9 turbodiesel da 90 CV, affiancato l'anno seguente da un 2.1 - sempre a gasolio - da 109 CV.

La Citroën Evasion è oggetto di un restyling nel 1998 e nel 1999 il 2.0 da 121 CV lascia spazio ad un'unità di pari cilindrata da 136 CV. L'anno successivo spariscono il due litri da 147 CV e il 1.9 turbodiesel.

Citroën C4 Grand Picasso prima generazione (2007)

Più lunga e più spaziosa della sorella minore C4 Picasso (arrivata qualche mese più tardi), la prima generazione della Citroën C4 Grand Picasso è caratterizzata da un design originale e dal volante con la parte centrale fissa. La gamma motori al lancio comprende due unità a benzina (1.8 da 125 CV e 2.0 da 140 CV) e due turbodiesel HDi (1.6 da 109 CV e 2.0 da 136 CV).

Nel 2008 il 1.8 diventa disponibile esclusivamente a metano e debutta un 1.6 a benzina da 120 CV, affiancato l'anno successivo da un'unità di pari cilindrata da 150 CV. Sempre nel 2009 è la volta di un 2.0 turbodiesel HDi da 150 CV.

La prima generazione della Citroën C4 Grand Picasso perde la variante a metano nel 2010. Nello stesso anno si assiste ad un restyling che riguarda principalmente il frontale, all'addio del 2.0 turbodiesel da 136 CV, al lancio di un nuovo due litri a gasolio da 163 CV e a due aumenti di potenza che coinvolgono il 1.6 a benzina (da 150 a 156 CV) e il 1.6 a gasolio HDi (da 109 a 112 CV).

Nel 2013 abbandonano il listino il 1.6 da 156 CV e il 2.0 turbodiesel HDi da 163 CV.

Dalla Evasion alla C8, la storia delle grandi monovolume Citroën

L'opinione dei lettori