• pubblicato il 19-02-2014

Nissan, la storia della Casa giapponese

di Marco Coletto

Gli oltre 80 anni di carriera del secondo più importante brand nipponico

Nel 2013 la Nissan - la seconda Casa automobilistica più importante del Giappone dopo la Toyota - ha festeggiato gli 80 anni di vita. Scopriamo insieme la storia di questo brand, capace di creare numerosi modelli molto amati nel nostro Paese.

Nissan, la storia

La Casa automobilistica Nissan (abbreviazione di Nihon Sangyo, traduzione nipponica di “industrie giapponesi”) nasce ufficialmente il 26 dicembre 1933 quando la holding fondata da Yoshisuke Aikawa si fonde con la Tobata Imono e inizia a specializzarsi nella produzione di veicoli a quattro ruote.

Nei primi anni di attività la società si concentra nella fornitura di mezzi per l’esercito e nella realizzazione su licenza di automobili americane (Graham-Paige) e britanniche (Austin). Nel 1937 lo stabilimento principale di Yokohama viene trasferito in Manciuria (territorio attualmente cinese ma in quei tempi occupato dal Sol Levante) per poi ritornare in patria alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Il dopoguerra

Nel 1951 viene prodotta la prima generazione di una fuoristrada destinata ad entrare nella storia: la Nissan Patrol. La prima generazione, dotata di un motore da 85 CV, si rivela più potente e più versatile della mitica Jeep Willys. Nove anni più tardi il brand giapponese si stabilisce ufficialmente negli USA aprendo una filiale.

Lo sbarco in Europa

Negli anni Sessanta (più precisamente nel 1962) la Casa nipponica inizia ad esportare veicoli in Europa. L’anno successivo, grazie alla fusione con la Prince Motor, entra nella gamma un’altra icona del marchio: la Skyline.

Alla conquista del mondo

In piena crisi petrolifera la Nissan conquista il pubblico statunitense con la Sunny, che nel 1973 ottiene il primo posto nei test per il risparmio di carburante condotti dall’agenzia per la tutela ambientale USA. Nel 1980 viene aperta la prima fabbrica “yankee” - a Smyrna, nel Tennessee - e nello stesso anno il marchio del Sol Levante acquisisce una partecipazione azionaria in Motor Iberica, azienda spagnola che dal 1983 inizia la produzione della Patrol.

Il 1984 è la volta della creazione dello stabilimento di Sunderland (nel Regno Unito) da cui uscirà, due anni più tardi, la Bluebird. La filiale italiana nasce invece nel 1988.

Gli anni Novanta

Gli anni Novanta per Nissan si aprono alla grande: la seconda generazione della piccola Micra  - nata nel 1992 e costruita nel Regno Unito - diventa la prima asiatica a conquistare il prestigioso premio di Auto dell’Anno nel 1993. Nello stesso anno viene lanciata la SUV Terrano II (assemblata in Spagna) e il veicolo commerciale Sunny Van si aggiudica il riconoscimento di International Van of the Year.

Crescita costante

La crescita della Casa giapponese inizia nel 1999 grazie all’accordo con Renault, da cui nasce il quarto gruppo automobilistico mondiale. Nel 2005 il marchio del Sol Levante vende la decimilionesima auto in Europa e due anni più tardi vengono lanciate la SUV Qashqai, che impiega pochissimo tempo a conquistare il pubblico, e la velocissima supercar GT-R.

Nel 2010 la Nissan NV200 conquista l’International Van of the Year e nello stesso anno viene creata un’alleanza con Mercedes.

 
Nissan, la storia della Casa giapponese

L'opinione dei lettori