Auto Story

Q2, Q3, Q5 e Q7, la storia delle SUV Audi

L'evoluzione delle crossover dei quattro anelli

Le SUV Audi, nate oltre dieci anni fa, hanno conquistato tantissimi clienti nel mondo grazie ad un design riuscito e a contenuti di altissimo livello. La gamma delle crossover dei quattro anelli è attualmente composta da quattro modelli: Q2, Q3, Q5 e Q7.

La piccola Q2 – realizzata sullo stesso pianale MQB già visto su A3 e TT – è lunga meno di 4,20 metri, è caratterizzata da forme trendy e giovani e ha una gamma motori composta da sei unità sovralimentate: tre TFSI a benzina (1.0 da 116 CV, 1.4 da 150 CV e 2.0 da 190 CV) e tre diesel TDI (1.6 da 116 CV e 2.0 da 150 e 190 CV).

La compatta Audi Q3 vede invece la luce nel 2011, condivide la piattaforma con la Skoda Yeti e viene inizialmente lanciata con quattro motori 2.0 sovralimentati (due TFSI a benzina da 170 e 211 CV e due diesel TDI da 140 e 177 CV). Nel 2013 debutta la versione sportiva RS dotata di un 2.5 TFSI a cinque cilindri da 310 CV mentre l’anno seguente si aggiunge un 1.4 TFSI da 150 CV.

Nel 2015 – in occasione di un restyling che porta alcune modifiche al frontale – la gamma motori beneficia di un incremento di potenza: i due 2.0 TFSI passano rispettivamente da 170 a 180 CV e da 211 a 220 CV, la RS sale a quota 340 CV e il 2.0 turbodiesel diventa disponibile in tre varianti (120, 150 e 184 CV). A questi propulsori si aggiunge nel 2016 il possente 2.5 TFSI a cinque cilindri da 367 CV della variante RS Performance.

La media Audi Q5 viene presentata nel 2008 e monta lo stesso pianale della prima A5, della A6 e della A7 Sportback. Tre i motori al debutto, tutti sovralimentati: un 2.0 TFSI a benzina da 211 CV e due diesel TDI (2.0 da 170 CV e 3.0 V6 da 239 CV). L’anno seguente la famiglia si allarga con due unità a ciclo Otto (2.0 TFSI da 180 CV e 3.2 V6 da 271 CV) e con un 2.0 turbodiesel TDI da 143 CV.

Nel 2011 è la volta dell’ibrida hybrid (motore 2.0 TFSI benzina/elettrico con una potenza complessiva di 245 CV) ma la vera svolta arriva con il (leggero) restyling del 2012: la gamma di motori a benzina TFSI viene completamente rivista (2.0 da 225 CV e 3.0 V6 da 272 CV), la potenza del 2.0 TDI da 170 CV sale a quota 177, il 3.0 V6 TDI balza da 239 a 245 CV e arriva la sportivissima variante diesel SQ5, dotata di un altro tre litri a gasolio (ma in grado di generare 313 CV).

La famiglia dell’Audi Q5 si ingrandisce ulteriormente nel 2013 con un 2.0 TFSI da 180 CV e con il 2.0 turbodiesel “base” salito da 143 a 150 CV mentre risale al 2014 il “refresh” dei propulsori a gasolio: due “new-entry” 2.0 da 163 e 177 CV e il tre litri da 245 CV rimpiazzato da due unità da 250 e 258 CV. Nel 2015 (anno in cui la hybrid abbandona le scene) si assiste ad un incremento di cavalleria del 2.0 TFSI da 225 CV (che passa a 230 puledri) e del 3.0 V6 TDI da 313 CV (che va a quota 340) e all’addio del 2.0 TDI da 177 CV. L’anno seguente sparisce dal listino il 2.0 TFSI “base” da 180 CV.

La seconda generazione dell’Audi Q7 viene svelata nel 2015. Elegante e spaziosissima, ha una gamma motori al debutto composta da tre 3.0 sovralimentati (un TFSI a benzina da 333 CV e due diesel TDI da 218 e 272 CV), affiancata nel 2016 dalla variante ibrida plug-in diesel e-tron. Il pianale è condiviso con la A4.

La prima generazione – la prima SUV Audi di sempre – viene invece presentata nel 2005. Sviluppata sulla stessa piattaforma adottata dalla Porsche Cayenne e dalla prima Volkswagen Touareg, viene commercializzata con due motori: un 4.2 V8 a benzina da 349 CV e un 3.0 V6 turbodiesel TDI da 233 CV. La gamma si allarga nel 2007 con un 3.6 V6 a ciclo Otto da 280 CV e con altre due unità a gasolio: 3.0 V6 da 239 CV (che rimpiazza l’anno seguente il propulsore da 233 CV) e 4.2 V8 da 326 CV.

Nel 2009 si assiste ad una rivoluzione nella gamma diesel: i due propulsori a gasolio già disponibili beneficiano di un incremento di potenza (il 3.0 da 239 a 240 CV e il 4.2 da 326 a 340 CV) e debutta in listino un mostruoso 6.0 V12 TDI da 500 CV.

In occasione del restyling del 2010 tocca ai motori a benzina beneficiare di numerose modifiche: i propulsori aspirati vengono infatti rimpiazzati da due 3.0 V6 TFSI sovralimentati da 272 e 333 CV. L’anno seguente sbarca in listino un 3.0 V6 TDI da 204 CV mentre quello più potente passa da 240 a 245 CV. Nel 2012, purtroppo, ci saluta il V12 a gasolio.

PanoramautoTV / News

Audi RS Q3: video ufficiale della Casa

La prima SUV "RS" del marchiou dei Quattro Anelli. Una crossover compatta dalle grandi prestazioni.

Foto

Audi A3, la storia in foto

Le numerose evoluzioni della compatta di Ingolstadt.

Foto

Audi A4, la storia in foto

Le quattro generazioni (o sarebbe meglio dire tre?) della "segmento D" più venduta in Italia.

Passione Audi

Nuova Audi A3 2016

Audi A6, la storia in foto

Audi A5, la storia della sportiva di Ingolstadt

Audi A8, la storia della grande ammiraglia di Ingolstadt

Audi TT, la storia della sportiva tedesca