• pubblicato il 01-02-2013

Storia, curiosità ed evoluzione dei modelli XC di Volvo

di Renato Dainotto

XC Cross Country: un nuovo modo di guidare Volvo

Una leggenda scandinava racconta che, sul volgere degli Anni 90, un designer del Centro Stile Volvo di Camarilla (California - USA), si fosse iscritto a una competizione campestre. Così, a pochi giorni della gara, questo stilista è entrato in un negozio di articoli sportivi alla ricerca di una scarpa da runner che potesse proteggerlo dall’acqua e che offrisse un adeguato grip sui fondi dissestati.

Sperimentata con successo la calzatura, è scattata l’idea: “Se si può trasformare una scarpetta da “runner” in uno scarponcino da trekking, ma senza farlo diventare scomodo e pesante, è altrettanto possibile iniettare maggiore funzionalità e motricità alle solide familiari della Casa svedese”. Così, dopo qualche mese, al Salone di Francoforte del 1997, debutta la Volvo V70 XC su base V70.

La prima Cross Country della Volvo. Sarà vera la storia? Non importa. L’importante è che l’idea di “Cross Country” (gare campestri) ha dato vita a un nuovo modo di guidare.

Rialzata e ben protetta

La V70 XC del 1997 venne lanciata in due versioni: con il motore 2.5 a benzina da 193 CV (turbo a bassa pressione) e cambio automatico, pensata soprattutto per gli USA e con motore 2.0 a benzina turbo da 225 CV ben più apprezzato dal pubblico europeo. Fu subito un successo, anche per la presenza della trazione integrale AWD e per le protezioni alla carrozzeria che donavano una personalità senza precedenti alla familiare svedese.

Poi arrivò il primo SUV

Dopo la XC70 Cross Country, i progettisti della Casa hanno dato vita alla prima SUV della Volvo: la XC90 nata nel 2002. Un’auto pensata per gli Stati Uniti che, nonostante le dimensioni da Highway californiane, viene poi apprezzata anche in Europa e in Italia. Poi, nel 2007, nasce la XC60 di taglia più piccola (4,63 metri). E con la XC60 la gamma per il tempo libero della Volvo ha preso due direzioni definite: da una parte le vetture “XC Cross Country”, versatili, ma non vere SUV, come la recentissima V40; dall’altra le “XC”, cioè la XC60 e la XC90, vere SUV adatte anche al fuoristrada di media intensità.

Una gamma ben articolata

Proprio con l’arrivo della recentissima Volvo V40 XC Cross Country la Volvo ha ampliato l’offerta che ora si articola su tre modelli. Si parte dunque dalle proposte polivalenti: la V40 XC Cross Coutry con prezzi a partire da 26.000 euro, poi c’è la V70 XC Cross Country da 42.750. Infine le due vere SUV, la XC 60 che parte da 36.600 euro e la XC90 da 44.900 euro. In questi giorni, in tutte le concessionarie della Casa sono stati realizzati dei corner XC con tutta la gamma esposta.

Storia, curiosità ed evoluzione dei modelli XC di Volvo

L'opinione dei lettori