Auto d'epoca

Austin-Healey Sprite Mark II 950 (1961): piccola, sportiva e spider

Divertimento in formato ridotto

La Austin-Healey Sprite è una spider perfetta per chi vuole un’auto d’epoca economica da gestire. La Mark II 950 del 1961 è un’evoluzione della mitica prima serie – la “frogeye” – ma essendo meno richiesta ha quotazioni più accessibili: si trova abbastanza facilmente negli USA a poco più di 15.000 euro.

Austin-Healey Sprite Mark II 950 (1961): le caratteristiche principali

La seconda generazione della Austin-Healey Sprite – nota come Mark II – vede la luce nel 1961: rispetto all’antenata ha un design più equilibrato (ma anche meno originale) identico a quello della MG Midget, uguale anche nei contenuti (compreso il telaio a longheroni).

Prodotta fino al 1962 (anno nel quale la cilindrata del propulsore sale a quota 1.1), è una sportiva agile nelle curve e divertente da guidare – merito della trazione posteriore – non molto affidabile e con freni a tamburo poco incisivi. Ha una cugina “italiana” – la Innocenti 950 Spider – simile nella meccanica e diversa nello stile.

Austin-Healey Sprite Mark II 950 (1961): la tecnica

Il motore della Austin-Healey Sprite Mark II è un 950 a quattro cilindri con valvole in testa e doppio carburatore in grado di generare una potenza di 46 CV e una coppia di 72 Nm. Il propulsore, il cambio, le sospensioni e i freni sono gli stessi della piccola Austin A40.

Austin-Healey Sprite Mark II 950 (1961): le quotazioni

Le quotazioni della Austin-Healey Sprite Mark II 950 – realizzata dal 1961 al 1962 in oltre 20.000 esemplari – recitano 13.000 euro ma in realtà è impossibile spendere meno di 15.000 euro per portarsi a casa la baby spider britannica. Più rara della “cugina” MG Midget (ma appunto per questa ragione con una tenuta del valore più elevata), si trova con facilità negli USA.

Auto d'epoca

ACI Storico: la lista delle auto d'epoca meritevoli

340 modelli con almeno 20 anni di anzianità ai quali le assicurazioni continueranno a riconoscere ogni beneficio indipendentemente dall'adesione ad un club

Auto d'epoca britanniche

Marcos GT 1650 (1967): così piccola e fragile

Lanchester 40 (1919): la prima auto della Regina Elisabetta

Lanchester 21 (1923): l’anti Rolls-Royce

Alvis TC 21 Drophead (1953): eleganza british

Standard Ten (1954): l’utilitaria di sua maestà