Auto Union 1000 Coupé
  • pubblicato il 16-12-2014

Auto Union 1000 Coupé (1958): non solo corse

La versione più raffinata dell'unica auto di serie del marchio tedesco - trionfatore nelle gare degli anni '30 - è impossibile da trovare nel nostro Paese

Il marchio Auto Union - nato nel 1932 dall’unione di quattro brand tedeschi (Audi, DKW, Horch e Wanderer) e vittorioso nelle corse degli anni ’30 - fu usato per un breve periodo, a cavallo tra gli anni ’50 e ’60, per un solo modello: la 1000. La variante più raffinata di questa vettura - la Coupé - è impossibile da trovare nel nostro Paese: più semplice rintracciarla in Germania (quotazioni di circa 5.000 euro).

Auto Union 1000 Coupé (1958): le caratteristiche principali

La Auto Union 1000 Coupé, svelata nel 1958, non è altro che un’evoluzione della DKW 3=6: si distingue per il motore tre cilindri a due tempi più potente (e con la cubatura maggiorata) e per la mascherina impreziosita dai quattro anelli. L’impianto elettrico di soli 6V è già considerato obsoleto all’epoca.

La sportiva tedesca conquista parecchi clienti in patria: merito del grande comfort che la rende adatta anche ai lunghi viaggi, di un comportamento stradale rassicurante (trazione anteriore), di freni potenti e di un motore elastico in grado di offrire consumi contenuti nella guida normale (altissimi, invece, quando si cerca il brio).

Il design della Auto Union 1000 Coupé appare, però, un po’ superato e il piacere di guida è penalizzato da uno sterzo pesante e da un cambio al volante (manuale a quattro marce) posizionato troppo vicino alla leva degli indicatori di direzione. Buone le finiture nell’abitacolo, decisamente poco curato - invece - il bagagliaio.

Nel 1960 debutta la versione S, caratterizzata dal più raffinato parabrezza avvolgente, dai freni a disco anteriori e da un propulsore più potente.

La tecnica

Il motore 1.0 tre cilindri a due tempi da 45 CV (50 dal 1960 in occasione del lancio della S) consente all’Auto Union 1000 Coupé del 1958 di raggiungere una velocità massima di 130 km/h e tende, come già scritto in precedenza, a bere un po’ troppo se sollecitato.

Va alimentato a miscela e solo nel 1961 debutta un sistema in grado di garantire la corretta proporzione 1:40 tra olio e benzina: una soluzione che contribuisce ad aumentare la durata del propulsore.

Le quotazioni

L’Auto Union 1000 Coupé del 1958 è impossibile da trovare in Italia: gli unici esemplari circolanti nel nostro Paese all’epoca erano infatti quelli dei turisti tedeschi che si recavano in vacanza nel nostro Paese. Le quotazioni di questa vettura - abbastanza facile da rintracciare in Germania - si aggirano intorno ai 5.000 euro.

Auto Union 1000 Coupé (1958): non solo corse

L'opinione dei lettori