• pubblicato il 23-12-2014

Bollo auto storiche: niente più esenzione per le ventenni

Sì alla legge di stabilità: diventano d'epoca solo le vetture con almeno 30 anni di età

Brutte notizie per gli appassionati di auto storiche: con la legge di stabilità 2015 approvata stamattina in via definitiva dalla Camera è passato anche il provvedimento che toglie l’esenzione dal bollo per le “ventenni”.

In parole povere le vetture con un’età compresa tra 20 e 29 anni dovranno tornare a pagare il bollo per intero come i veicoli più recenti. Saranno esentati dal pagamento (o dovranno versare una cifra forfettaria di 25,82 euro in caso di mezzo circolante) solo i proprietari di automobili con almeno 30 anni di vita.

Il taglio delle esenzioni per le auto d’epoca “ultraventenni” previsto nella legge di stabilità 2015 mette fine al fenomeno dei “finti collezionisti”, a quelli cioè che continuano a circolare con catorci realizzati a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 privi di interesse storico solo per risparmiare sulla tassa automobilistica e sull’RC Auto.

A rimetterci sono invece i veri appassionati: i possessori di auto di valore acquistate e mantenute con sacrifici che attendevano lo scoccare dei 20 anni per pagare un bollo meno salato e stipulare un’assicurazione più vantaggiosa. Saranno ben pochi quelli che potranno permettersi di versare interamente la tassa per altri dieci anni: attendiamoci quindi una fuga all’estero del nostro patrimonio a quattro ruote.

Bollo auto storiche: niente più esenzione per le ventenni

L'opinione dei lettori