DKW 3=6 Cabriolet 4p. Karmann
  • pubblicato il 01-12-2015

DKW 3=6 Cabriolet 4 posti (1955): tre cilindri, due tempi

La variante scoperta della Sonderklasse ristilizzata è rarissima

La DKW 3=6 Cabriolet 4 posti del 1955 - restyling della Sonderklasse presentata due anni prima e antenata dell’Auto Union 1000 del 1958 - è una scoperta tedesca piuttosto rara da trovare (è stata prodotta in poco più di 100 esemplari, 103 per l’esattezza) contraddistinta da un curioso motore tre cilindri a due tempi.

DKW 3=6 Cabriolet 4 posti (1955): le caratteristiche principali

La DKW 3=6 Cabriolet 4 posti vede la luce nel 1955 e non è altro che una Sonderklasse modificata leggermente nell’estetica (mascherina meno imponente e più raffinata) e con un motore più potente.

Prodotta solo per un anno, conserva gli stessi pregi - tenuta di strada eccellente (merito della trazione anteriore) e consumi contenuti quando si guida in modo tranquillo - e difetti (rumorosità eccessiva, ruggine, freni migliorabili e scarsa affidabilità) dell’antenata.

DKW 3=6 Cabriolet 4 posti (1955): la tecnica

Il motore della DKW 3=6 Cabriolet 4 posti del 1955 è un’unità tre cilindri a due tempi da 0,9 litri da 40 CV alimentata dalla miscela olio/benzina abbinata ad un cambio manuale a quattro marce con la prima non sincronizzata. La velocità massima di 125 km/h è adeguata alle caratteristiche di questa “sportiva”.

Il nome 3=6 viene scelto dalla Casa tedesca per indicare che il numero di fasi attive (una per ogni giro dell’albero motore) di un tre cilindri a due tempi è identico a quelle di un sei cilindri a quattro tempi.

DKW 3=6 Cabriolet 4 posti (1955): le quotazioni

Non fidatevi delle quotazioni della DKW 3=6 Cabriolet 4 posti del 1955 che recitano 6.500 euro: la scoperta tedesca è introvabile e la sua antenata (molto più facile da rintracciare in Germania) si porta a casa con 20.000 euro.

DKW 3=6 Cabriolet 4 posti (1955): tre cilindri, due tempi

L'opinione dei lettori