Fiat 124 Sport Coupé
  • pubblicato il 05-01-2016

Fiat 124 Sport Coupé (1969): GT all'italiana

La seconda generazione della sportiva torinese era vivace, comoda ma anche molto assetata

La seconda generazione della Fiat 124 Sport Coupé (prodotta dal 1969 al 1972 e nota anche con la sigla BC) appartiene ad un segmento che le Case italiane non coprono più: quello delle sportive comode derivate da berline (come la BMW serie 4, per intenderci).

Questa GT, ancora oggi considerata tra le auto più riuscite della Casa torinese, si trova senza problemi a 5.000 euro: una valida auto d’epoca che può essere utilizzata (con le opportune accortezze) come mezzo per tutti i giorni.

Fiat 124 Sport Coupé (1969): le caratteristiche principali

La seconda serie della Fiat 124 Sport Coupé viene presentata ufficialmente al Salone di Torino del 1969, due anni dopo il debutto della prima. Tra le modifiche più rilevanti di design segnaliamo il nuovo frontale (ispirato a quello della Dino) e i fari posteriori più grandi mentre dentro spicca la presenza dell’orologio.

Tanti i punti di forza della sportiva piemontese: un posto guida contraddistinto da un sedile comodo e da comandi ben posizionati, un cambio eccellente e un impianto frenante impreziosito dalla presenza di quattro dischi. Tra le note negative segnaliamo invece lo sterzo poco sensibile, le finiture non molto curate e i consumi altissimi.

Fiat 124 Sport Coupé (1969): la tecnica

Le modifiche tecniche apportate nel 1969 alla seconda generazione della Fiat 124 Sport Coupé riguardano soprattutto il retrotreno (a ponte rigido con puntoni longitudinali, biellette, barra trasversale Panhard e molle elicoidali).

Al motore 1.4 da 90 CV della prima serie si affianca inoltre un vivacissimo (ma anche molto assetato di carburante) 1.6 da 110 CV. Un’unità, derivata da quella adottata dalla 125, con due carburatori a doppio corpo.

Fiat 124 Sport Coupé (1969): le quotazioni

Acquistare oggi una Fiat 124 Sport Coupé del 1969 può essere un affare: si trova facilmente a 5.000 euro, vale meno della prima serie (meno potente e con un design a nostro avviso più datato) ed è più rara (98.000 esemplari prodotti anziché 113.000).

Fiat 124 Sport Coupé (1969): GT all'italiana

L'opinione dei lettori