• pubblicato il 05-06-2015

Giorgetto Giugiaro: le dieci auto che hanno fatto la storia

Dall'Alfa Romeo Giulia GT alla Maserati 3200 GT passando per modelli meno sportivi (Lancia Delta e Fiat Panda)

Giorgetto Giugiaro è senza alcun dubbio il più rilevante disegnatore di auto della storia: a testimoniarlo il prestigioso riconoscimento di Car designer del secolo assegnatogli nel 1999.

Nel corso della sua carriera ha collaborato con le Case più importanti del mondo disegnando tantissime automobili che sono entrate nel mito. Di seguito troverete le dieci vetture più importanti da lui realizzate: quattro sportive e sei mezzi per tutti i giorni, decisamente più difficili da progettare.

Alfa Romeo Giulia GT (1963)

L’Alfa Romeo Giulia GT - variante coupé della berlina del Biscione svelata nel 1963 - viene disegnata dall’allora venticinquenne Giorgetto Giugiaro, impiegato presso Bertone. La prima versione - nota anche con il nome Sprint GT - monta un motore 1.6 a benzina da 106 CV.

Alfa Romeo Alfasud (1971)

L’Alfasud del 1971 è la prima Alfa Romeo di sempre a trazione anteriore, la prima dotata di motori boxer nonché la prima vettura di sempre ad essere assemblata nello stabilimento di Pomigliano d’Arco. Nessun’auto del Biscione ha mai più ottenuto un successo così grande.

Volkswagen Golf (1974)

È grazie a Giorgetto Giugiaro e alla prima generazione della Golf del 1974 da lui disegnata che la Volkswagen si salva dal fallimento. L’erede del mitico Maggiolino conquista rapidamente il pubblico grazie a forme razionali e a contenuti di alto livello.

BMW M1 (1978)

La M1, prima supercar della storia BMW, nasce nel 1978: le forme squadrate sono ancora oggi sexy mentre sotto la pelle si nasconde un possente motore 3.5 a sei cilindri in linea da 277 CV in grado di offrire prestazioni entusiasmanti.

Lancia Delta (1979)

La prima serie della Lancia Delta del 1979 disegnata da Giorgetto Giugiaro è una compatta elegante che si aggiudica nel 1980 il prestigioso riconoscimento di Auto dell’Anno. Solo in seguito diventerà la regina dei rally, conquistando dieci Mondiali (quattro Piloti e sei Costruttori) tra il 1987 e il 1992.

Fiat Panda (1980)

Il punto di forza della prima Fiat Panda nata nel 1980? La versatilità: la citycar torinese è infatti ricca di vani portaoggetti ed è così spaziosa da poterci dormire dentro. Due i motori al lancio: un 650 bicilindrico da 30 CV e un 900 a quattro cilindri da 45 CV.

DeLorean DMC-12 (1981)

La DeLorean DMC-12 disegnata da Giorgetto Giugiaro vede la luce nel 1981 ma diventa famosa quattro anni più tardi quando viene scelta come macchina del tempo nel film “Ritorno al futuro”. Non fatevi ingannare dal design sportivo: il motore - un 2.8 V6 da 150 CV - è tutt’altro che cattivo…

Fiat Uno (1983)

La Fiat più venduta di sempre? La Uno. La piccola torinese, nata nel 1983 e nominata Auto dell’Anno nel 1984, porta la praticità nel "segmento B" con una carrozzeria sviluppata in altezza che le permette di ricavare un abitacolo più spazioso rispetto alle rivali.

Daewoo Matiz (1998)

La Daewoo Matiz del 1998 nasce da un progetto di Giorgetto Giugiaro inizialmente realizzato per la Fiat con il compito di rimpiazzare la Cinquecento: la dirigenza torinese boccia la soluzione delle cinque porte e ad approfittarne è la Casa coreana.

Maserati 3200 GT (1998)

La Maserati 3200 GT è una delle auto più belle degli anni ’90: dotata di un motore 3.2 V8 da 370 CV, ha uno stile raffinato e aggressivo con un tocco di originalità nella coda, caratterizzata da gruppi ottici sottili a forma di boomerang.


Giorgetto Giugiaro: le dieci auto che hanno fatto la storia

L'opinione dei lettori