Itala Tipo 50
  • pubblicato il 07-03-2017

Itala Tipo 50 (1919): il simbolo della rinascita

Il primo modello della Casa torinese costruito dopo la Prima Guerra Mondiale si trova solo nei musei

La Itala Tipo 50 – prodotta dal 1919 al 1926 – è stata la prima vettura della Casa torinese costruita dopo la Prima Guerra Mondiale. Le sue quotazioni recitano 36.000 euro ma oramai si trova solo nei musei: un esemplare, ad esempio, è visibile presso il bellissimo Museo Nicolis di Villafranca di Verona.

Itala Tipo 50 (1919): le caratteristiche principali

La Itala Tipo 50 - nata nel 1919 e progettata da Alberto Orasi - rappresenta un simbolo della rinascita del marchio piemontese, diventato famoso agli inizi del '900 grazie alla conquista della prima Targa Florio nel 1906 e della Pechino-Parigi nel 1907 e impegnato durante la Prima Guerra Mondiale nella realizzazione di motori aeronautici su licenza Hispano-Suiza.

Un marchio importante dalla vita breve che scomparirà ufficialmente dalle scene nel 1934.

Itala Tipo 50 (1919): la tecnica

Il motore adottato dalla Itala Tipo 50 – costruita dal 1919 al 1926 – è un 2.8 a quattro cilindri che consente alla vettura torinese di raggiungere una velocità massima di 80 km/h.

Itala Tipo 50 (1919): le quotazioni

Le quotazioni della Itala Tipo 50 del 1919 recitano ufficialmente 36.000 euro ma in realtà stiamo parlando di un'auto d'epoca impossibile da trovare in vendita. Più facile rintracciare qualche esemplare nei musei.