Auto d'epoca

Lloyd Arabella (1959): la tedesca inaffidabile

Alla scoperta di una delle ultime auto prodotte dalla Borgward

La Arabella – nata nel 1959 – è l’ultima auto prodotta dalla Lloyd, Casa tedesca nata nel 1908 con il nome Norddeutsche Automobil und Motoren GmbH, acquistata dalla più nota Borgward nel 1929 e ribattezzata Lloyd nel 1950.

La piccola teutonica – l’auto più famosa realizzata dalla Lloyd – si trova abbastanza facilmente a circa 5.000 euro.

Lloyd Arabella (1959): le caratteristiche principali

La Lloyd Arabella vede la luce nel 1959. Due le varianti di carrozzeria: berlina a due porte o coupé (disegnata da Frua).

Lunga solo 3,80 metri, piacevole da guidare e molto sicura per l’epoca (merito dei freni potenti e delle numerose imbottiture presenti nell’abitacolo), non offre molto spazio alla testa dei passeggeri. Senza dimenticare la scarsa affidabilità (il cambio, in particolare, è molto fragile) e le infiltrazioni d’acqua.

La gamma della Lloyd Arabella, parecchio costosa (anche da produrre), si arricchisce nel 1960 con la variante de Luxe, più potente e con un frontale completamente rinnovato impreziosito dal logo della Casa madre Borgward. Nonostante il fallimento della Borgward nel 1961 la Arabella continua ad essere assemblata per altri due anni (grazie alle numerose componenti meccaniche rimaste nei magazzini) e venduta con il nuovo marchio.

Lloyd Arabella (1959): la tecnica

La Lloyd Arabella (a trazione anteriore) monta al lancio un sofisticato motore 900 boxer 4 cilindri raffreddato ad acqua da 38 CV montato in posizione anteriore.

L’anno seguente il propulsore cala di potenza (34 CV) ma viene affiancato da un’unità da 45 CV  – adottata anche dalla coupé  – che viene montata sulla variante de Luxe marchiata Borgward.

Lloyd Arabella (1959): le quotazioni

Le quotazioni della Lloyd Arabella recitano 6.000 euro ma è possibile trovare esemplari ben tenuti (in Italia ma soprattutto in Germania) a 5.000 euro. La piccola tedesca è interessante dal punto di vista storico in quanto ultimo modello realizzato da un glorioso marchio automobilistico teutonico.

Auto d'epoca

Volkswagen Touareg 4.2 (2003): la SUV V8 del popolo

La cugina della Porsche Cayenne si trova facilmente a poco più di 10.000 euro

Auto d'epoca tedesche

NSU Spider (1964): la prima Wankel

Alpina-BMW B3 Touring (1998): station wagon e sportiva

Borgward Hansa Pullman (1953): non la solita ammiraglia tedesca

Mercedes 190 SL: sì alla Mille Miglia

DKW 3=6 Cabriolet 4 posti (1955): tre cilindri, due tempi