• pubblicato il 29-04-2014

Maybach 57 (2002): la Rolls-Royce tedesca

Il tentativo (fallito) della Mercedes di competere nel segmento delle superammiraglie

La Maybach 57, nata nel 2002, è destinata ad avere un futuro migliore del suo passato. Il tentativo (fallito) della Mercedes di rubare clienti alla Rolls-Royce ha conquistato pochi facoltosi clienti ma la sua rarità la renderà un’auto d’epoca molto apprezzata nei prossimi anni.

I primi esemplari dell’ammiraglia tedesca si portano a casa con meno di 100.000 euro: non è semplice trovarli ma con un po’ d’impegno ci si può riuscire. Le sue quotazioni sono però destinate a salire con il passare degli anni: stiamo pur sempre parlando dell’auto più esclusiva mai realizzata da una delle Case automobilistiche più prestigiose del mondo.

Maybach 57 (2002): le caratteristiche principali

All’inizio del XXI secolo il mercato delle superammiraglie è monopolizzato dalla BMW, che possiede Rolls-Royce e Bentley (dal 2003 passata ufficialmente nelle mani del Gruppo Volkswagen). Per non essere da meno la Mercedes decide di risuscitare un marchio in suo possesso - Maybach (attivo dal 1909 fino all’inizio della Seconda Guerra Mondiale nella produzione di modelli estremamente lussuosi) - e nel 2002 svela al mondo la 57 (la lunghezza - 5,73 metri - espressa in decimetri).

Realizzata sul pianale - opportunamente modificato - della Mercedes classe S W220 e con un design molto (troppo) somigliante a quello della sorella minore, può vantare un abitacolo molto accogliente e rifinito alla perfezione.

Nonostante la notevole cavalleria a disposizione la Maybach 57 è una berlinona che predilige il comfort: il cambio automatico a cinque rapporti non è molto rapido nei passaggi marcia quando si cerca il brio, i freni sono poco potenti e lo sterzo non è il massimo della precisione.

La tecnica

Rispetto alle rivali l’ammiraglia teutonica si distingue per un motore decisamente più cattivo: un possente 5.5 V12 da 551 CV e 900 Nm di coppia in grado di offrire prestazioni impressionanti (250 km/h di velocità massima e 5,2 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari).

Questo non basta alla Maybach 57 per conquistare gli automobilisti facoltosi, che la considerano (sbagliando) una Mercedes un po’ più lussuosa del solito.

Le quotazioni

Difficilmente le quotazioni di questa vettura - 80.000 euro - scenderanno più di così. Da nuova non è stata apprezzata (dal 2003 al 2010 il marchio tedesco ha fatto registrare 1.112 immatricolazioni, sarebbero dovute essere 2.000… all’anno secondo le previsioni del marketing) ma in futuro assisteremo sicuramente ad una rivalutazione.

La Maybach 57 è (e resterà) il prodotto più raffinato mai prodotto dalla Mercedes: un concentrato di eleganza che nessun’altra Casa tedesca ha mai provato ad eguagliare. Tra una quarantina d’anni questa vettura sarà una sicura protagonista delle aste: ora i primi esemplari (quelli che, a nostro avviso, manterranno meglio il valore) si trovano abbastanza facilmente nelle concessionarie in Germania.

Maybach 57 (2002): la Rolls-Royce tedesca

L'opinione dei lettori