OSCA 1600 GT Zagato
  • pubblicato il 04-06-2013

OSCA 1600 GT Zagato (1960): l'ultima vera Maserati

di Marco Coletto

La prima e unica auto stradale realizzata dalla nuova Casa fondata da Ettore, Ernesto e Bindo, i tre fratelli del Tridente

La 1600 GT Zagato del 1960 è la prima e unica auto stradale realizzata dalla OSCA, una Casa automobilistica di San Lazzaro di Savena (Bologna) fondata da Ettore, Ernesto e Bindo Maserati dopo la cessione della Casa del Tridente ai fratelli Orsi.

Questa piccola sportiva emiliana - disponibile in poco meno di 100 esemplari e lunga solo 3,86 metri - è un gioiellino che non può mancare in una collezione di auto d'epoca italiane.

OSCA 1600 GT Zagato: le caratteristiche principali

La OSCA, concentrata per tutti gli anni Cinquanta nella produzione di auto da corsa, sta perdendo gradualmente clienti e per questa ragione decide di progettare una vettura di serie. Il modello viene presentato ufficialmente al Salone di Torino del 1960 ma per le prime consegne bisogna attendere due anni per via dei lunghi tempi di omologazione per le corse.

Il design seducente della 1600 GT Zagato è caratterizzato dal tetto con doppio rigonfiamento (marchio di fabbrica del carrozziere milanese) e il peso contenuto (850 kg) è dovuto al telaio tubolare derivato dal mondo del motorsport e dalla carrozzeria in alluminio. Da non sottovalutare, infine, le sospensioni a quattro ruote indipendenti.

La tecnica

Il motore è la parte più interessante della OSCA 1600 GT Zagato: l'unità 1.6 a quattro cilindri con doppio albero a camme derivata da quella montata dalla Fiat 1500 ha una potenza che può raggiungere i 140 CV sulla versione più sportiva GTS dotata di due carburatori doppio corpo e alle due candele per ogni cilindro.

Il cambio manuale a quattro marce - sempre di origine Fiat 1500 (così come lo sterzo) - a seconda dei rapporto al ponte e della presenza o meno dell'overdrive permette alla coupé tricolore di raggiugere una velocità massima compresa tra 190 e 220 km/h.

Le quotazioni

La OSCA 1600 GT Zagato è un'auto da amatori. Le quotazioni ufficiali recitano 60.000 euro ma difficilmente troverete qualcuno disposto a liberarsi di questo capolavoro dell'automobilismo italiano per una cifra così bassa. L'estrema rarità di questo modello - unita al fatto che si tratta dell'ultimo progettato dai fratelli Maserati - può far salire il prezzo fino a superare addirittura quota 150.000 euro.

OSCA 1600 GT Zagato (1960): l'ultima vera Maserati

L'opinione dei lettori