Saab Sonett V4
  • pubblicato il 19-11-2013

Saab Sonett V4 (1967): sicurezza e leggerezza

di Marco Coletto

Alla scoperta della piccola sportiva svedese, uno dei modelli più apprezzati del brand scandinavo

La Saab Sonett V4 del 1967 è uno dei modelli più rari della Casa svedese. La piccola coupé scandinava - particolarmente difficile da trovare nel nostro Paese - offre un mare di sicurezza e tanta leggerezza: due elementi ancora oggi apprezzati dagli automobilisti.

Saab Sonett V4 (1967): le caratteristiche principali

La Saab Sonett V4, presentata nel 1967 e prodotta in poco più di 1.600 esemplari, è un’evoluzione della II (dotata di un propulsore tre cilindri a due tempi da 850 cc) con il cofano più ricco di gobbe per accogliere un propulsore più grosso.

Lunga come una citycar (3,77 metri) e pesante meno di 800 kg (merito della carrozzeria in fibra di vetro), ha una dotazione di sicurezza molto ricca per l’epoca: roll-bar, cinture di sicurezza a tre punti e appoggiatesta alti per prevenire il colpo di frusta.

La Saab Sonett V4 del 1967 ha un comportamento stradale rassicurante grazie alla trazione anteriore mentre il comfort è penalizzato dal sound del propulsore - montato davanti - particolarmente invadente. I posti a sedere sono due.

La tecnica

Il motore 1.5 V4 derivato da quello montato dalla Ford Taunus genera una potenza di 65 CV e permette alla sportiva svedese di raggiungere una velocità massima di 160 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in 12,5 secondi.

Le quotazioni

La Sonett V4 è una delle Saab più apprezzate dai cultori delle auto d’epoca ma siccome la maggioranza degli esemplari è stata venduta negli USA è praticamente impossibile trovarne una ben tenuta in Italia.

Le quotazioni ufficiali recitano 8.000 euro ma vista l’estrema rarità del modello possono salire tranquillamente anche fino a quota 12.000.

Saab Sonett V4 (1967): sicurezza e leggerezza

L'opinione dei lettori