• pubblicato il 07-10-2014

Shelby Mustang GT 350 Coupé (1965): l'alba del mito

La prima versione elaborata della sportiva "yankee" è difficile da trovare e costa tantissimo

La Shelby Mustang GT 350 Coupé del 1965 è un vero e proprio mito dell’automobilismo statunitense: si tratta infatti della prima versione elaborata in assoluto della sportiva “yankee”. Non fatevi ingannare dalle quotazioni che recitano 150.000 euro: per portarsela a casa bisogna sborsare, come minimo, 50.000 euro in più.

Shelby Mustang GT 350 Coupé (1965): l’alba del mito

La Shelby Mustang GT 350 Coupé nasce nel 1965 quando l’ex pilota e imprenditore Carroll Shelby (vincitore della 24 Ore di Le Mans del 1959 e creatore delle mitiche Cobra) decide di realizzare - con il beneplacito della Ford - una variante da corsa della sportiva statunitense.

Sedili posteriori rimossi per ridurre il peso (al loro posto la ruota di scorta), freni più incisivi, motore più potente e sospensioni più rigide: queste le modifiche principali apportate alla vettura. Prodotta in soli 562 esemplari, viene venduta esclusivamente verniciata in bianco con strisce blu sulla parte bassa della fiancata (optional, invece, quelle “Le Mans” che partono dal muso e arrivano fino alla coda).

La tecnica

Il motore della Shelby Mustang GT 350 Coupé del 1965 è un 4.7 V8 Ford portato da 275 a 310 CV abbinato ad un cambio manuale a quattro marce e verniciato di nero.

Le quotazioni

Le quotazioni ufficiali recitano 150.000 euro ma in realtà è impossibile acquistarla con meno di 200.000 euro. Trovarla in Italia è un'impresa, più semplice (ma non troppo) rintracciarla negli USA.

Shelby Mustang GT 350 Coupé (1965): l'alba del mito

L'opinione dei lettori