• pubblicato il 25-03-2014

TVR Cerbera (1995): un mostro sotto mentite spoglie

di Marco Coletto

Sembra un'elegante GT ma in realtà è una brutale supercar. Si trova abbastanza facilmente a 25.000 euro

La TVR Cerbera - presentata nel 1995 - è una sportiva che non può mancare in una collezione di supercar. Fuori sembra una Gran Turismo elegante ma in realtà è cattiva come poche altre. Abbastanza facile da trovare, si porta a casa con 25.000 euro.

TVR Cerbera (1995): le caratteristiche principali

La TVR Cerbera, svelata come concept al Salone di Birmingham del 1994 e commercializzata a partire dall’anno seguente, è una delle auto più amate tra quelle prodotte dal marchio britannico. Contraddistinta da un favorevole rapporto tra peso (mai sotto i 1.250 kg) e potenza, regala tantissimo divertimento a guidatori esperti, capaci di gestire le reazioni di una vettura ipercavallata priva di controlli elettronici.

Il design esterno raffinato caratterizzato dall’enorme cofano e dal passo lungo contrasta con un abitacolo decisamente fuori dagli schemi: il volante presenta dei pulsanti che consentono di comandare il clacson, gli abbaglianti, i tergicristalli e il lavavetri ed è a sole due razze per poter visualizzare alcuni indicatori del cruscotto posizionati sotto al piantone.

I sedili davanti della TVR Cerbera sono spaziosi anche per i più alti mentre quelli posteriori sono piccoli anche per dei bambini: la particolare conformazione della plancia permette però al passeggero anteriore di avanzare più del guidatore (come sulla Toyota iQ, per intenderci) in modo da ricavare qualche centimetro in più per chi si accomoda dietro di lui.

In occasione del restyling del 2000 arrivano nuovi gruppi ottici anteriori a tre elementi che ricordano quelli della Tuscan.

La tecnica

La Cerbera è un’auto molto importante per la TVR in quanto è la prima a montare motori “fatti in casa”: una scelta “coraggiosa” dovuta all’acquisto della Rover (precedente fornitore) da parte della BMW. Questi propulsori sono caratterizzati da un sound marcato e affascinante, impreziosito da un gradevole scoppiettio in rilascio.

Il primo propulsore a vedere la luce è un 4.2 V8 (potenze comprese tra 355 e 360 CV) che permette alla coupé britannica di accelerare da 0 a 100 km/h in poco più di 4,2 secondi. Questa unità viene affiancata poco dopo da un possente 4.5 - sempre a otto cilindri a V - che nella sua configurazione più potente (420 CV) garantisce prestazioni da urlo: 316 km/h di velocità massima e 3,9 secondi sullo “0-100”.

Il motore “entry level” della TVR Cerbera è un 4.0 a sei cilindri in linea da 345 o 355 CV: con questa unità la sportiva inglese impiega 4,4 secondi per passare da 0 a 100 chilometri orari.

Le quotazioni

La Cerbera è abbastanza facile da trovare nel nostro Paese (anche se per avere più scelta il consiglio è quello di rivolgersi nel Regno Unito): le quotazioni recitano 25.000 euro.

TVR Cerbera (1995): un mostro sotto mentite spoglie

L'opinione dei lettori