Cecil Kimber
  • pubblicato il 11-12-2014

Cecil Kimber, il padre della MG

Storia dell'ingegnere britannico che trasformò una concessionaria in una Casa automobilistica

Cecil Kimber è uno dei personaggi più importanti dell’automobilismo britannico. Senza questo ingegnere, infatti, la MG sarebbe rimasta un semplice rivenditore di veicoli a quattro ruote. Scopriamo insieme la sua storia.

Cecil Kimber: la biografia

Cecil Kimber nasce il 12 aprile 1888 a Londra (Regno Unito). Appassionato di motori fin da ragazzo, acquista una motocicletta ma dopo un grave incidente decide di passare alle automobili: nel 1914 compra una Singer e l’anno seguente trova lavoro come aiuto progettista presso la Casa Sheffield-Simplex.

La Prima Guerra Mondiale e il primo dopoguerra

Durante la Prima Guerra Mondiale Cecil viene assunto dalla AC e poco dopo trova un impiego alla EG Wrigley, azienda specializzata nella componentistica che negli anni Venti viene acquistata dalla Morris. Kimber viene nominato nel 1921 direttore vendite della Morris Garages, concessionaria di Oxford del brand britannico.

Nasce la MG

Nella prima metà degli anni ’20 Cecil Kimber inizia a costruire e a vendere spider realizzate su pianali Morris modificati. Il grande successo riscosso da queste sportive convince la dirigenza Morris a creare un marchio a parte - MG - e a nominare Kimber responsabile del nuovo brand.

Nel 1935 Kimber perde potere all’interno della società e viene costretto ad abbandonare l’azienda nel 1941 quando - durante la Seconda Guerra Mondiale (periodo nel quale la MG viene obbigata a fermare la produzione di automobili per concentrarsi sulle forniture militari) - firma un contratto con l’aviazione senza avvisare la dirigenza Morris.

Gli ultimi anni

Durante il conflitto Cecil Kimber trova lavoro presso il carrozziere Charlesworth ma perde la vita a Londra il 4 febbraio 1945 in un incidente ferroviario alla stazione di King’s Cross.

Cecil Kimber, il padre della MG

L'opinione dei lettori