Ermenegildo Preti
  • pubblicato il 04-08-2016

Ermenegildo Preti: dagli aerei alla Isetta

Storia del progettista milanese, creatore della citycar più originale di sempre

Ermenegildo Preti è un protagonista dell’aviazione italiana ma ha anche progettato la Isetta, la citycar più originale di sempre. Scopriamo insieme la storia del tecnico milanese.

Ermenegildo Preti, la biografia

Ermenegildo Preti nasce a Milano il 23 luglio 1918. Appassionato di aviazione fin da ragazzo, progetta un aliante a soli 18 anni e lo propone al Centro di Studi ed Esperienze per il Volo a Vela del Politecnico di Milano. Diventerà il CVV1 Pinguino.

Ermenegildo collabora con il CVV fino allo scoppio della guerra progettando numerosi alianti e dopo il conflitto diventa docente - sempre nel Politecnico meneghino - presso l’Istituto di Ingegneria Aerospaziale.

La Isetta

All’inizio degli anni ’50 Ermenegildo Preti realizza per la Iso la citycar più originale di sempre: la Isetta. Più economica di una Fiat Topolino ma più comoda di una moto, si distingue dalle rivali per l’abitacolo accessibile attraverso un insolito portellone anteriore. Il primo prototipo prevede una sola ruota posteriore ma per il modello di serie si opta per due gomme affiancate (in modo da evitare di montare un differenziale).

L’aeronautica

Tra gli anni ’50 e ’60 Preti continua ad occuparsi di aviazione e soprattutto della progettazione di alianti ma sviluppa anche veicoli a motore (come l’Aviamilano P 19 Scricciolo del 1959). Ermenegildo Preti scompare il 31 marzo 1986 in seguito ad un ictus.

Ermenegildo Preti: dagli aerei alla Isetta

L'opinione dei lettori