Personaggi

Marc Birkigt, il fondatore della Hispano-Suiza

Storia di Marc Birkigt, fondatore della Hispano Suiza e grande progettista di auto, aerei e... armi

Marc Birkigt

Marc Birkigt non ha fondato solo la Hispano-Suiza (una Casa che prima della Seconda Guerra Mondiale rivaleggiava nientepopodimeno che con la Rolls-Royce): questo ingegnere svizzero è stato uno dei più grandi progettisti di sempre ed è stato capace di realizzare automobili, aerei e persino… armi. Scopriamo insieme la sua storia.

Marc Birkigt: la biografia

Marc Birkigt nasce a Ginevra (Svizzera) l’8 marzo 1878: a 12 anni si ritrova orfano di entrambi i genitori e nel 1889 si diploma in ingegneria ed inizia a lavorare in una fabbrica di orologi.

Il trasferimento in Spagna

Nel 1899 Birkigt si trasferisce a Barcellona per cercare lavoro e viene chiamato dalla Cuadra, una delle prime Case automobilistiche iberiche. L’anno seguente diventa responsabile tecnico ma nel 1901 il brand – in crisi finanziaria – viene rilevato da José María Castro Fernández, il principale creditore.

Nasce la Hispano-Suiza

Marc Birkigt entra nella nuova società J. Castro nel 1902 con il ruolo di socio e progettista. Nel 1904 sulle ceneri di questa azienda nasce la Hispano-Suiza (che significa in spagnolo “spagnola-svizzera”) fondata da Birkigt e dallo spagnolo Damià Mateu.

I primi modelli

La prima Hispano-Suiza – la 20HP (dotata di un motore 3.8 a quattro cilindri da 30 CV) – vede la luce nel 1904 ma il marchio inizia a farsi conoscere nel 1911 con la Alfonso XIII, versione stradale di un’auto destinata alle corse chiamata con il nome del re di Spagna e dotata di un propulsore 3.6 a quattro cilindri da 60 CV con distribuzione a valvole in testa.

Il trasferimento in Francia

Sempre nel 1911 Marc Birkigt si trasferisce a Parigi con la famiglia per gestire il nuovo stabilimento francese della Hispano-Suiza ma in seguito allo scoppio della Prima Guerra Mondiale torna a Barcellona e si occupa di progettare motori aeronautici (famosissimo l’otto cilindri 8).

Dopo la Prima Guerra Mondiale

Terminato il conflitto Birkigt torna a Parigi, diventa vicepresidente della filiale francese della Hispano-Suiza e progetta nel 1919 il suo capolavoro: la H6, un’ammiraglia lussuosa dotata di un motore 6.6 a sei cilindri da 135 CV in grado di competere ad armi pari con le Rolls-Royce.

Gli anni ’30

Nel 1932 Marc Birkigt progetta un nuovo motore aeronautico (questa volta V12) e l’anno seguente realizza la K6, l’ultima Hispano-Suiza di sempre.

Il geniale inventore svizzero collabora nella prima metà degli anni ’30 anche con la Michelin ideando dei treni (chiamati “Micheline”) dotati di pneumatici.

Tempo di guerra

Nel 1936 scoppia la Guerra Civile Spagnola e la filiale francese della Hispano-Suiza viene nazionalizzata dal governo transalpino. In questi anni Marc Birkigt realizza motori aeronautici destinati all’aviazione francese.

Nel 1938 Birkigt torna in Spagna e progetta l’Hispano-Suiza HS.404, uno dei cannoni automatici più usati nella Seconda Guerra Mondiale.

Gli ultimi anni

Alla fine della guerra Marc Birkigt si trasferisce in Svizzera per seguire la filiale elvetica della Hispano-Suiza (non più attiva nel settore auto) e muore il 15 marzo 1953 a Versoix (Svizzera) a causa di un tumore ai polmoni.