Wayne Cherry
  • pubblicato il 01-10-2015

Wayne Cherry, fedele alla General Motors

Storia del designer statunitense che ha rivoluzionato lo stile delle Case del colosso "yankee"

Wayne Cherry è un car designer statunitense che ha lavorato per oltre 40 anni sempre e solo per la General Motors. Ha scalato tutti i gradini del colosso statunitense rivoluzionando lo stile dei brand che appartengono al gruppo automobilistico “yankee”. Scopriamo insieme la sua storia.

Wayne Cherry, la biografia

Wayne Cherry nasce nel 1937 a Indianapolis (USA). Appassionato di disegno e di automobili viene ammesso nella seconda metà degli anni ’50 nel prestigioso Art Center College of Design di Pasadena e si laurea in design industriale nel 1962.

L’ingresso in General Motors

Wayne entra in General Motors subito dopo la laurea e fa parte del team che realizza la prima generazione della mitica Chevrolet Camaro (svelata nel 1967). Nel 1965 si trasferisce nel Regno Unito alla Vauxhall, nel 1970 viene nominato Assistant Design Director per la Casa britannica e nel 1975 diventa responsabile dello stile per questo marchio.

Gli anni ’80 e ’90

Il 1983 è l’anno in cui Wayne Cherry prende le redini dello stile Opel e supervisiona tutti i progetti della Casa tedesca: tra i più rilevanti segnaliamo la berlina Vectra del 1988 e la coupé Calibra del 1989.

Nel 1991 torna negli USA per dirigere i centri stile Chevrolet e Geo e l’anno seguente viene nominato vicepresidente del design GM: per 12 anni (fino al 2004, anno in cui va in pensione) si occupa di rafforzare l’identità di ogni singolo marchio del colosso statunitense (ci riesce soprattutto con Cadillac). Il modello più sexy realizzato sotto la sua gestione è la spider Pontiac Solstice mostrata nel 2005 e commercializzata da noi con forme leggermente diverse e con il nome Opel GT.

Wayne Cherry, fedele alla General Motors

L'opinione dei lettori