William C. Durant
  • pubblicato il 28-08-2014

William C. Durant, il cofondatore della GM e della Chevrolet

Storia di uno dei più famosi imprenditori automobilistici della storia

Senza William C. Durant il mondo dell’automobile sarebbe certamente diverso: questo imprenditore statunitense ha contribuito infatti alla nascita di due icone del motorismo “yankee”, la General Motors e la Chevrolet. Scopriamo insieme la sua storia.

William C. Durant: la storia

William C. Durant (vero nome William Crapo Durant) nasce l’8 dicembre 1861 a Boston (USA) da una famiglia molto facoltosa del Massachussetts (suo nonno è l’ex governatore del Michigan Henry H. Crapo). Dopo aver iniziato a lavorare in un deposito di legname crea nel 1885 la Coldwater Road Cart Company (azienda specializzata nella produzione di carrozze) insieme a Josiah Dort.

L’anno seguente fonda la Flint Road Cart Company, che nel 1890 cambia nome in Durant-Dort Carriage Company e in breve tempo diventa leader mondiale nel settore delle carrozze trainate da cavalli mentre all’inizio del XX secolo decide di puntare sulla produzione di automobili.

Il mondo dell’auto

William C. Durant entra ufficialmente nel mondo dell’auto nel 1904 quando acquista un brand nato cinque anni prima e che fino a quel momento aveva prodotto pochissime vetture: la Buick. In pochi anni, grazie ad una serie di modelli riusciti e contraddistinti da numerose innovazioni tecnologiche, questo marchio diventa uno dei più importanti degli Stati Uniti.

La General Motors

Nel 1908 nasce la General Motors, frutto dell’accordo tra la Buick e la Casa canadese McLaughlin. Questo colosso si allarga sempre più attraverso l’acquisizione di altre aziende: tra le più rilevanti segnaliamo la Oldsmobile (comprata nello stesso anno) e la Cadillac (1909).

Le numerose spese sostenute per acquistare i brand coincidono però con un calo delle vendite e con una conseguente crisi: William C. Durant si ritrova quindi costretto dalle banche a lasciare la società.

La Chevrolet

Durant non si arrende e si rimette immediatamente all’opera: inizialmente cerca di creare una nuova società con la Casa Little ma dopo poco tempo abbandona l’idea e fonda, nel 1911, la Chevrolet insieme al pilota svizzero Louis Chevrolet. Il rapporto tra i due dura poco e già nel 1914 William acquista le quote del socio.

Le vetture di questo brand impiegano poco tempo a conquistare il pubblico nordamericano e permettono a William C. Durant, che nel 1916 fonda la United Motors (insieme di aziende specializzate nella componentistica), di avere abbastanza denaro per rientrare in possesso - nel 1917 - della maggioranza delle azioni della General Motors.

Gli ultimi anni in General Motors

Sotto la direzione Durant (tornato ai vertici dell’azienda e diventato presidente) la GM ingloba il marchio Chevrolet e nel 1918 amplia il proprio business acquistando la United Motors e dando vita al marchio di elettrodomestici Frigidaire. Due anni più tardi, però, William cede il controllo del colosso nordamericano all’imprenditore Pierre du Pont, che si offre di ripagare i debiti della società.

La Durant Motors e la bancarotta

Negli anni Venti William C. Durant tenta nuovamente di sfondare nel mercato automobilistico - senza successo - con una nuova compagnia, la Durant Motors, formata da quattro marchi e fallita nel 1933.

Durante la Grande Depressione del 1929 Durant acquista oltretutto una grande quantità di titoli a Wall Street per dimostrare agli americani la propria fiducia nel mercato azionario ma perde tutto e si ritrova in bancarotta nel 1936.

Gli ultimi anni

Dopo la bancarotta la General Motors decide di offrire una pensione a William C. Durant, che nel 1942 resta parzialmente invalido in seguito ad un infarto. Muore il 18 marzo 1947 a New York (USA).

William C. Durant, il cofondatore della GM e della Chevrolet

L'opinione dei lettori