• pubblicato il 01-01-2012

Cadillac XLR (2004): pregi e difetti della spider americana

di Marco Coletto

Se volete distinguervi al volante di una delle supercar più originali dello scorso decennio.

La Cadillac XLR è una delle supercar più originali degli ultimi vent'anni. Le linee squadrate della spider americana non hanno conquistato il pubblico europeo ma non è difficile trovare un esemplare del 2004 a poco più di 40.000 euro. Scopriamo i pregi e i difetti.

ABITABILITÀ - Due posti secchi e un abitacolo non molto spazioso: colpa del motore arretrato e dell'ingombrante tunnel della trasmissione.

FINITURA - Molto deludente, soprattutto alla luce del prezzo: la qualità dei materiali utilizzati è inferiore a quella di alcune compatte attualmente in circolazione e gli assemblaggi presentano numerose imperfezioni.

DOTAZIONE DI SERIE - Degna di una Cadillac: autoradio, cambio automatico, cerchi in lega, climatizzatore, fendinebbia, interni in pelle, navigatore, sedili regolabili elettricamente, sensori di parcheggio e sospensioni autoregolabili.

CAPACITÀ BAGAGLIAIO - 328 litri: c'è spazio in abbondanza per le valigie di una coppia.

POSTO GUIDA - Angusto. Le numerose regolazioni del volante e dei sedili (poco contenitivi) non bastano a trovare la posizione ideale.

CLIMATIZZAZIONE - L'impianto è potente e raffinato ma i comandi sono posizionati troppo in basso.

SOSPENSIONI - Prediligono il comfort alla sportività e consentono al guidatore e al passeggero di percorrere molti chilometri senza mai stancarsi.

RUMOROSITÀ - Se cercate il sound sportivo la XLR non è l'auto che fa per voi. Si fa sentire solo quando si pigia a fondo sul pedale dell'acceleratore.

MOTORE - Il 4.6 V8 Euro 3 da 326 CV e 420 Nm di coppia è un propulsore particolarmente elastico che diventa aggressivo solo quando si superano i 4.000 giri.

CAMBIO - La trasmissione automatica a cinque rapporti regala passaggi marcia inavvertibili. Potrebbe essere solo un po' più veloce.

STERZO - Non molto preciso ma leggero in fase di manovra.

PRESTAZIONI - 250 km/h di velocità massima e 5,9 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. Un buon risultato, anche se non particolarmente entusiasmante.

DOTAZIONE DI SICUREZZA - C'è tutto, tranne gli airbag per la testa.

VISIBILITÀ - Percepire gli ingombri non è semplice, specialmente quando il tetto (rigido ripiegabile) è chiuso. Colpa della posizione di guida bassa e della coda alta.

FRENI - L'impianto non è potente come quello offerto dalle supercar più blasonate ma si difende bene.

TENUTA DI STRADA - Sempre sicura, anche quando si guida in modo allegro.

PREZZO - Da nuova costava 96.651 euro, oggi si trova abbastanza facilmente a 42.000 euro. Quanto un'Audi TT Roadster 2.0 TFSI Advanced appena uscita dal concessionario.

TENUTA DEL VALORE - In questi primi otto anni le quotazioni sono rimaste elevate solo per via della rarità del mezzo. In futuro preparatevi a vedere la cifra crollare rapidamente: una roadster di questo tipo non è destinata ad avere un futuro radioso come auto storica.

CONSUMO - 8,1 km/l: guidando con il piede leggero si riesce a raggiungere senza problemi quota 10.

GARANZIE - La copertura globale è terminata nel 2007, quella sulla corrosione nel 2010.

Cadillac XLR (2004): pregi e difetti della spider americana

L'opinione dei lettori