• pubblicato il 17-02-2012

Top Five Usato: citycar a benzina, quale scegliere

di Marco Coletto

Cinque proposte del 2005 a meno di 5.000 euro.

Le citycar cinque porte a benzina sono sempre molto richieste dal pubblico in quanto offrono ridotti costi di gestione e un discreto livello di praticità. Nella "top five" di questa settimana, vinta dalla Toyota Aygo, abbiamo analizzato cinque proposte del 2005.

La "segmento A" giapponese si è sbarazzata senza particolari difficoltà di due concorrenti coreane (Hyundai Atos Prime e Kia Picanto) e due europee (Fiat Panda e Opel Agila). Scopriamo insieme la classifica, che prende in considerazione potenze comprese tra 60 e 70 CV.

Toyota Aygo 1.0 5p. Sol   71 punti
Scattante (13,7 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h) e parca (21,7 km/l). ha nel potente motore da 68 CV che predilige gli alti regimi il suo punto di forza. Le dimensioni esterne compatte (3,41 metri di lunghezza) sono ideali per posteggiare ma lo spazio a disposizione delle valigie è poco, così come quello per la testa di chi si accomoda dietro. Si trova facilmente a 4.900 euro.

Kia Picanto 1.1 Spicy   68 punti
La baby coreana non è difficile da rintracciare: bastano 3.400 euro per portarsi a casa esemplari ben accessoriati e con pochi chilometri. I problemi sorgono in caso di inaffidabilità: i ricambi non sono molto comuni e costano parecchio.

Fiat Panda 1.2 Emotion   62 punti
La citycar più amata nel nostro Paese può essere riparata da chiunque, è divertente nelle curve, ben dotata e ha un propulsore ricco di coppia e di verve ai bassi regimi penalizzato da una cilindrata più elevata rispetto a quella delle rivali e da consumi che potrebbero essere più contenuti. I centimetri per le gambe dei passeggeri posteriori non sono molti e il bagagliaio è poco sfruttabile quando si abbatte il divano. Da nuova costava tanto (11.391 euro), oggi si trova tranquillamente a 4.000 euro.

Hyundai Atos Prime 1.1 Active   62 punti
La scelta migliore per chi cerca il massimo risparmio: da nuova costava pochissimo (9.821 euro) e anche oggi (per via dell'elevata svalutazione) sono sufficienti 2.700 euro per portarsela a casa. I passeggeri posteriori hanno tanto spazio per le gambe (facile se si considera che la vettura è lunga 3,57 metri) ma il divano non è molto largo.

Opel Agila 1.0 Enjoy    59 punti
La regina della praticità: le forme da monovolume (non il massimo quando si cerca il piacere di guida) hanno infatti consentito di ricavare un bagagliaio immenso e un abitacolo in cui anche i più alti non rischiano di toccare il soffitto con la testa quando si accomodano sui sedili posteriori. Il motore è il suo punto debole: rumoroso, debole ai bassi regimi e tutt'altro che scattante. Per raggiungere i 100 km/h partendo da fermi ci vogliono 17,7 secondi...

Top Five Usato: citycar a benzina, quale scegliere

L'opinione dei lettori