• pubblicato il 25-01-2013

Abarth 595 (2012): pregi e difetti della citycar "pepata" torinese

di Marco Coletto

Sportiva, chic e molto costosa

La Abarth 595 Turismo è rivolta a chi vuole una citycar sportiva ma non vuole rinunciare all'eleganza offerta dalla tinta bicolore usata per la carrozzeria e per gli interni. Un esemplare del 2012 è abbastanza facile da trovare ma le quotazioni sono praticamente simili a quelle di un modello nuovo (circa 21.000 euro). Scopriamo i suoi pregi e difetti.

Pregi

Abitabilità

Identica a quella della Fiat 500 da cui deriva: davanti si sta bene, dietro un po' meno.

Finitura

I materiali utilizzati per la plancia e, soprattutto, per i sedili sono di elevata qualità. Gli assemblaggi non deludono e non convincono.

Dotazione di serie

Gli interni in pelle compresi nel prezzo sono una "chicca" da non sottovalutare.

Posto guida

I comandi sono ergonomici mentre la posizione di seduta è un po' troppo alta. Tante regolazioni a disposizione.

Climatizzazione

L'impianto impiega pochissimo tempo a raffreddare e a riscaldare l'abitacolo.

Motore

Il 1.4 Turbo da 160 CV e 201 Nm di coppia inizia a soddisfare intorno ai 3.000 giri e spinge come un forsennato fino a quota 6.000.

Cambio

La trasmissione manuale a cinque marce è precisa ma l'assenza di un sesto rapporto penalizza il comfort in autostrada.

Sterzo

Il comando è sensibile quasi quanto quello di una sportiva DOC. Impossibile rimanere delusi.

Prestazioni

Decisamente convincenti: 211 km/h di velocità massima e 7,4 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h.

Dotazione di sicurezza

C'è tutto quello che serve: controlli di stabilità e trazione ed airbag come se piovesse (frontali, laterali, a tendina e per le ginocchia).

Visibilità

Il montante posteriore può causare qualche problema in manovra ma ricordiamoci sempre che stiamo parlando di un'auto lunga solo 3,66 metri.

Freni

L'impianto è potente ma dopo un uso assiduo in pista può deludere.

Tenuta di strada

Agile nelle curve e mai pericolosa, sa come far divertire qualsiasi tipologia di automobilista: dal guidatore esperto al giovane alle prime esperienze con un'auto vivace.

Tenuta del valore

Le Abarth 595 (come tutte quelle della famiglia 500) sono richiestissime: acquistarne una oggi significa automaticamente entrare in possesso di un modello che manterrà elevate le proprie quotazioni sul mercato delle vetture di seconda mano.

Consumo

15,4 km/l: un valore simile a quello che facevano registrare delle normali utilitarie una decina di anni fa.

Garanzie

La copertura globale terminerà nel 2014, quella sulla verniciatura nel 2015 mentre quella sulla corrosione è valida fino al 2020.

Difetti

Capacità bagagliaio

La Abarth 595 è indubbiamente un'auto rivolta ai single. Difficile ipotizzare un week-end in due con un vano di soli 185 litri.

Sospensioni

La taratura rigidissima degli ammortizzatori è ideale per la guida in pista ma delude nell'uso quotidiano. Non è facile guidare un'auto del genere per tanti chilometri.

Rumorosità

L'abitacolo è poco insonorizzato: i rumori provenienti dal motore e dalle altre componenti meccaniche diventano particolarmente fastidiosi alle alte velocità.

Prezzo

Da nuova costava 21.700 euro, oggi si trovano esemplari a chilometri zero quasi allo stesso prezzo (21.500 euro). Una cifra con cui ci si porta a casa una Smart fortwo BRABUS Xclusive appena uscita dal concessionario.

Scopri tutto il listino Abarth.

Abarth 595 (2012): pregi e difetti della citycar "pepata" torinese

L'opinione dei lettori