• pubblicato il 01-02-2016

Audi A4 3.2 V6 quattro (2009): pregi e difetti della berlina tedesca

Per chi ritiene la S4 troppo esagerata: una berlina introvabile con quotazioni inferiori a 20.000 euro

L’Audi A4 3.2 V6 quattro del 2009 è una berlina molto difficile da trovare sul mercato dell’usato: all’epoca chi voleva il massimo puntava sulla S4 mentre i restanti (pochi) clienti delle varianti a benzina preferivano optare per versioni più economiche da mantenere come la 2.0 TFSI da 211 CV. Scopriamo insieme i pregi e i difetti della “segmento D” di Ingolstadt nell’allestimento Ambiente (quotazioni di 17.700 euro).

I pregi dell’Audi A4 3.2 V6 quattro del 2009

Abitabilità

L’Audi A4 3.2 V6 quattro è una berlina abbastanza ingombrante e questo ha permesso di ricavare un discreto spazio (se paragonato a quello delle altre rivali “premium”) per la testa, le spalle e le gambe dei passeggeri posteriori.

Finitura

Difficile trovare in commercio una “segmento D” costruita meglio: assemblaggi maniacali e materiali di qualità.

Dotazione di serie

L’allestimento Ambiente era completo: antifurto, autoradio CD Mp3, cerchi in lega, climatizzatore automatico, differenziale autobloccante, fendinebbia, retrovisori ripiegabili e sensori di parcheggio posteriori.

Capacità bagagliaio

Il vano dell’Audi A4 3.2 V6 quattro ha una capienza di 480 litri: un valore adatto alle esigenze di una famiglia.

Posto guida

Sedile comodissimo, ergonomia dei comandi principali (posizionati un po’ troppo in basso) migliorabile.

Climatizzazione

Impianto impeccabile, impreziosito da bocchette ampie.

Sospensioni

Gli ammortizzatori dell’Audi A4 3.2 V6 quattro hanno una taratura non troppo rigida che garantisce un buon comfort sulle superfici sconnesse.

Cambio

La trasmissione manuale a sei marce ha una rapportatura abbastanza corta che favorisce lo spunto ma penalizza i consumi.

Sterzo

Comando preciso e reattivo.

Prestazioni

Nella media della categoria: 250 km/h di velocità massima e 6,2 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

Sull’Audi A4 3.2 V6 quattro c’è tutto quello che serve: airbag frontali, laterali e a tendina e controlli di stabilità e trazione. Senza dimenticare le cinque stelle ottenute nei crash test Euro NCAP.

Freni

Notevoli: l’impianto regala in qualsiasi situazione una grande sensazione di sicurezza.

Tenuta di strada

L’Audi A4 3.2 V6 quattro è una berlina piacevole da guidare nelle curve: merito della trazione integrale e di un comportamento prevedibile e rassicurante.

I difetti dell’Audi A4 3.2 V6 quattro del 2009

Rumorosità

Il motore V6 è silenzioso ma ha un sound poco coinvolgente quando si cerca la sportività.

Motore

Il propulsore 3.2 V6 dell’Audi A4 non è tra i migliori sei cilindri sul mercato: nel 2009 era ancora Euro 4, ha una cilindrata elevata che incide negativamente sul prezzo della polizza RC Auto e potrebbe essere più dotato di CV (265). La coppia, invece, è tanta (330 Nm) ma l’erogazione - buona a partire da 3.000 giri e poco convincente agli alti regimi - non è il massimo.

Visibilità

Le superfici vetrate ampie sono di grande aiuto ma senza i sensori (di serie) sarebbe complicato parcheggiare un’auto così voluminosa (4,70 metri di lunghezza).

Prezzo

Da nuova nel 2009 l’Audi A4 3.2 V6 quattro Ambiente costava parecchio (45.551 euro), oggi è introvabile (più semplice - se si vuole una versione a benzina - rintracciare le versioni 2.0 TFSI da 211 CV). Le quotazioni recitano 17.700 euro, poco meno di una Fiat Panda 4x4 TwinAir appena uscita dal concessionario.

Tenuta del valore

Destinata a calare vertiginosamente nei prossimi anni: stiamo pur sempre parlando di un’auto a benzina dalla cilindrata elevata che paga il superbollo e che consuma tantissimo.

Consumo

L’Audi A4 3.2 V6 quattro del 2009 beve parecchio: 10,9 km/l dichiarati.

Garanzie

La copertura globale è terminata nel 2011 e quella sulla verniciatura nel 2012. Ancora valida, fino al 2021, la protezione sulla corrosione.

Scopri tutto il listino dell’usato Audi.

Audi A4 3.2 V6 quattro (2009): pregi e difetti della berlina tedesca

L'opinione dei lettori