• pubblicato il 05-11-2012

Chevrolet Camaro Coupé 432 CV (2011): pregi e difetti della supercar americana

di Marco Coletto

Prestazioni esagerate, prezzo contenuto

La Chevrolet Camaro è l'auto perfetta per chi cerca prestazioni da supercar ma non vuole spendere troppo. Un esemplare del 2011 della versione Coupé "base", dotata di un propulsore da 432 CV e molto difficile da trovare (nel nostro Paese se ne vendono circa cinque al mese), ha quotazioni inferiori a 40.000 euro. Scopriamo i pregi e i difetti.

Pregi

Dotazione di serie

Decisamente completa: autoradio, cerchi in lega, climatizzatore, cruise control, fendinebbia, interni in pelle, sedili regolabili elettricamente e sensori di parcheggio.

Capacità bagagliaio

384 litri sono un valore più che sufficiente per accogliere le borse di una coppia con un figlio piccolo. Peccato che la forma del vano sia poco regolare.

Posto guida

La posizione di seduta molto bassa e i sedili ipercontenitivi regalano ai clienti della sportiva "yankee" una piacevole sensazione "racing".

Climatizzazione

L'impianto è potentissimo, come su tutte le auto "born in the USA".

Rumorosità

Difficile trovare una sinfonia più coinvolgente di quella proveniente da un V8.

Motore

Il 6.2 V8 Euro 5 da 432 CV e 569 Nm di coppia lascia a bocca aperta per l'elasticità che riesce ad offrire: a 130 km/h in autostrada la lancetta del contagiri si ferma a quota 1.800 e per iniziare a sentire i brividi basta salire fino a 4.000 giri.

Prestazioni

Da urlo: 250 km/h di velocità massima e 5,2 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h.

Dotazione di sicurezza

C'è tutto quello che serve: airbag frontali, laterali e a tendina e controlli di stabilità e trazione.

Freni

Senza infamia e senza lode.

Prezzo

Da nuova costava 39.920 euro, oggi è introvabile (il superbollo non agevola l'acquisto di auto molto potenti). Le quotazioni attuali non sono molto distanti, inferiori alla cifra necessaria per portarsi a casa una Mercedes C 180 Coupé Avantgarde appena uscita dal concessionario.

Tenuta del valore

La Camaro è una delle auto più affascinanti in commercio e sono molti quelli che ne vorrebbero una nel proprio garage. Una volta superata la crisi economica la domanda di questo genere di vetture dovrebbe aumentare.

Garanzie

La copertura globale scade nel 2014 (a patto che non siano stati superati i 100.000 km), così come quella sulla verniciatura. La protezione sulla corrosione dura fino al 2017.

Difetti

Abitabilità

Nonostante sia lunga come un transatlantico (4,84 metri non sono pochi) i sedili posteriori sono adatti esclusivamente a dei bambini.

Finitura

La plancia è realizzata con materiali di scarsa qualità: un difetto comune a molte auto americane.

Sospensioni

Gli ammortizzatori sono più rigidi rispetto a quelli della variante venduta negli States ma sono ancora troppo "soft" per gli standard europei. Rollio evidente.

Cambio

La trasmissione manuale a sei rapporti è soggetta a frequenti impuntamenti in scalata. Consigliamo l'automatico anche se comporta un calo di potenza di ben 27 cavalli.

Sterzo

Manca di precisione: esistono utilitarie con un comando più diretto.

Visibilità

Penalizzata dalla posizione di guida bassa, dalla coda sporgente e dalle ridotte dimensioni del lunotto.

Tenuta di strada

La Camaro non è un'auto agile nelle curve a causa del peso elevato.

Consumo

Elevato: 7,1 km/l.

Scopri tutto il listino Chevrolet.

Chevrolet Camaro Coupé 432 CV (2011): pregi e difetti della supercar americana

L'opinione dei lettori