• pubblicato il 03-10-2016

Chevrolet Epica 2.0 VCDi (2007): pregi e difetti dell'ammiraglia del Cravattino

Una scattante "berlinona" diesel a poco più di 5.000 euro

La Chevrolet Epica è un’ammiraglia perfetta per chi vuole un mezzo grande ma non ha un grosso budget a disposizione. Bastano poco più di 5.000 euro per acquistare la versione diesel 2.0 VCDi del 2007 (molto facile da trovare usata): scopriamo insieme i suoi pregi e difetti.

I pregi della Chevrolet Epica 2.0 VCDi del 2007

Finitura

I materiali presenti a bordo della Chevrolet Epica non sono il massimo ma gli assemblaggi sono curati.

Dotazione di serie

Completa: autoradio CD MP3 con comandi al volante, cerchi in lega, climatizzatore automatico, fendinebbia, interni in pelle, retrovisori ripiegabili elettricamente, sedile del guidatore regolabile elettricamente e sensori di parcheggio posteriori.

Capacità bagagliaio

Il vano della Chevrolet Epica può accogliere 480 litri: un valore adeguato a soddisfare le esigenze di quattro occupanti.

Climatizzazione

L’impianto automatico se la cava bene: solo i comandi sono posizionati un po’ troppo in basso.

Sospensioni

La taratura soffice degli ammortizzatori della Chevrolet Epica garantisce un ottimo comfort nelle lunghe percorrenze.

Rumorosità

L’abitacolo è ottimamente insonorizzato.

Motore

Il propulsore 2.0 turbodiesel VCDi Euro 4 da 150 CV (parecchi) e con 320 Nm di coppia è piuttosto vivace e inizia a spingere forte intorno ai 2.000 giri.

Prestazioni

200 km/h di velocità massima e 9,7 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari sono valori di tutto rispetto per un’ammiraglia a gasolio di questa categoria.

Freni

Impianto adeguato, pedale un po’ spugnoso.

Prezzo

Da nuova nel 2007 la Chevrolet Epica 2.0 VCDi costava 26.051 euro. Oggi si trova usata senza problemi a 5.200 euro.

Consumo

16,4 km/l dichiarati sono un buon valore. Ancora più interessanti, però, i 13,3 km/l comunicati dalla Casa del Cravattino nel ciclo urbano.

I difetti della Chevrolet Epica 2.0 VCDi del 2007

Abitabilità

Da un’auto così ingombrante ci si aspetterebbe qualche centimetro in più per le gambe e la testa dei passeggeri posteriori.

Posto guida

Penalizzato da un sedile tutt’altro che contenitivo.

Cambio

La trasmissione manuale a cinque marce della Chevrolet Epica avrebbe bisogno di un rapporto in più per consumare meno nei viaggi autostradali.

Sterzo

Comando poco sensibile.

Dotazione di sicurezza

La presenza degli airbag frontali, laterali e a tendina e del controllo di trazione non compensa l’assenza del controllo di stabilità (non disponibile neanche optional).

Visibilità

La Chevrolet Epica è una “berlinona” lunga oltre 4,80 metri e il fatto di avere una coda rialzata non la aiuta nelle manovre. I sensori di parcheggio, però, erano di serie.

Tenuta di strada

Quando si esagera con la velocità nelle curve tende ad allargare la traiettoria e non c’è nessun ESP a contrastare il fenomeno.

Tenuta del valore

Le ammiraglie appartenenti a marchi poco blasonati non conquistano mai il pubblico e la Chevrolet Epica non fa eccezione (nonostante un ottimo motore diesel).

Garanzie

Tutte scadute: quella globale e quella sulla verniciatura nel 2010 mentre quella sulla corrosione nel 2013.

Scopri tutto il listino dell’usato Chevrolet.

Chevrolet Epica 2.0 VCDi (2007): pregi e difetti dell'ammiraglia del Cravattino

L'opinione dei lettori