• pubblicato il 26-10-2015

Citroën C3 Picasso 1.6 HDi 90 (2012): pregi e difetti della piccola monovolume francese

I primi esemplari ristilizzati sono introvabili: quotazioni inferiori a 10.000 euro

Passano gli anni ma la Citroën C3 Picasso resta una delle migliori piccole monovolume in commercio: il restyling di fine 2012 ha portato le modifiche estetiche ancora oggi presenti sui modelli in listino ma è davvero difficile trovare esemplari immatricolati negli ultimi mesi di quell’anno, specialmente se dotati del motore 1.6 HDi 90 (che in realtà ha 92 CV). Le quotazioni di questa versione nell'allestimento "entry level" Seduction recitano 9.500 euro: scopriamo insieme i suoi pregi e difetti.

I pregi della Citroën C3 Picasso 1.6 HDi 90 del 2012

Finitura

La Citroën C3 Picasso è un’auto costruita con cura e non sfigurerebbe con il marchio DS: la parte superiore della plancia è rivestita con plastiche morbide e ben assemblate.

Capacità bagagliaio

Il vano è adatto a soddisfare le esigenze di una coppia con un figlio: 385 litri che diventano 1.506 quando si abbattono i sedili posteriori.

Posto guida

Posizione di seduta rialzata per dominare il traffico e grande visibilità grazie alla particolare forma del parabrezza.

Climatizzazione

Impianto potente, comandi ergonomici e bocchette ampie: difficile chiedere di meglio.

Sospensioni

La taratura soffice degli ammortizzatori della Citroën C3 Picasso garantisce un comfort eccellente nei lunghi viaggi.

Rumorosità

Motore silenzioso e abitacolo ben insonorizzato: promossa.

Motore

Il propulsore 1.6 turbodiesel HDi da 92 CV e 230 Nm di coppia della Citroën C3 Picasso regala una spinta corposa già sotto i 2.000 giri.

Cambio

La trasmissione manuale a cinque marce ha una leva maneggevole che costringe a qualche contorsione di troppo quando si inserisce il secondo e il quarto rapporto.

Sterzo

Comando adeguato al tipo di vettura.

Prestazioni

Decisamente brillanti: 174 km/h di velocità massima e 13,4 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

Completa: airbag frontali, laterali e a tendina e controlli di stabilità e trazione. Solo quattro stelle nei crash test Euro NCAP.

Visibilità

Ottima in ogni direzione: merito delle ampie superfici vetrate.

Freni

Potenti ed efficaci: l’impianto della Citroën C3 Picasso è nettamente superiore a quanto offerto dalla concorrenza.

Tenuta di strada

Incollata all’asfalto e molto agile nelle curve: peccato per il rollio marcato.

Prezzo

Da nuova - nel 2012 - la Citroën C3 Picasso 1.6 HDi 90 Seduction costava 19.500 euro e oggi è molto difficile trovare esemplari di quell’anno già oggetto del restyling (lanciato negli ultimi mesi). Le quotazioni recitano 9.500 euro: poco meno di una Opel Karl “base” appena uscita dal concessionario.

Tenuta del valore

La Citroën C3 Picasso è una monovolume molto apprezzata sul mercato dell’usato, specialmente se abbinata  - come in questo caso - ad un valido motore turbodiesel Euro 5 che le consente di essere guidata anche dai neopatentati.

Consumo

Nella media della categoria: il valore dichiarato è di 23,8 km/l e anche guidando in modo allegro è difficile scendere sotto quota 15.

I difetti della Citroën C3 Picasso 1.6 HDi 90 del 2012

Abitabilità

In tre dietro sulla Citroën C3 Picasso si sta un po’ strettini e per poter beneficiare di uno spazio adeguato per le gambe bisogna sacrificare il bagagliaio sfruttando l’utile divano posteriore scorrevole.

Dotazione di serie

L’allestimento base Seduction potrebbe essere più ricco: autoradio Bluetooth, climatizzatore, cruise control, fendinebbia e filtro antiparticolato.

Garanzie

La copertura globale è scaduta nel 2014 e quella sulla verniciatura quest’anno (dipende dal mese di immatricolazione). Ancora valida, fino al 2024, la protezione sulla corrosione.

Scopri tutto il listino dell’usato Citroën.

Citroën C3 Picasso 1.6 HDi 90 (2012): pregi e difetti della piccola monovolume francese

L'opinione dei lettori