• pubblicato il 25-07-2016

Top Five Usato: piccole SUV a benzina, quale scegliere

Cinque proposte del 2015 a meno di 17.000 euro: vince la Nissan Juke

Le piccole SUV a benzina sono mezzi ideali per chi cerca un veicolo trendy e pratico e non percorre molti chilometri: nella “top five” di questa settimana, vinta dalla Nissan Juke, abbiamo analizzato cinque proposte del 2015 facili da trovare (di seconda mano o a km zero) a meno di 17.000 euro.

La crossover giapponese ha superato abbastanza agevolmente due rivali europee (la nostra Fiat 500X e la tedesca Opel Mokka), la statunitense Ford EcoSport e la coreana Ssangyong Tivoli. Scopriamo insieme la classifica, che prende in considerazione modelli aspirati e turbo con potenze comprese tra 110 e 130 CV.

1° Nissan Juke 1.2 DIG-T Acenta   73 punti

La Nissan Juke 1.2 DIG-T Acenta è la proposta più divertente tra quelle presenti nella nostra “top five”: merito delle dimensioni esterne compatte (4,14 metri di lunghezza), di un comportamento stradale agile nelle curve e di un motore turbo ricco di coppia (190 Nm), pronto ai bassi regimi e vivace (10,8 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h).

Disponibile a 15.000 euro, non è il massimo alla voce “praticità”: i passeggeri posteriori più alti, infatti, rischiano di toccare il tetto con la testa.

2° Ford EcoSport 1.0 EcoBoost Plus 68 punti

Il punto di forza della Ford EcoSport 1.0 EcoBoost Plus è senza dubbio il motore: un propulsore sovralimentato a tre cilindri (un po’ rumorosetto a freddo) caratterizzato dalla cilindrata contenuta (una buona notizia quando si deve pagare l’assicurazione RC Auto) non molto brioso (“0-100” in 12,7 secondi) ma elastico e, soprattutto, poco assetato. La casa dichiara percorrenze di 18,5 km/l e con uno stile di guida morigerato si può stare sopra quota 15.

Le note dolenti arrivano dal bagagliaio (piccino e dall’accessibilità scomoda per via del portellone incernierato lateralmente) e dai pochi centimetri a disposizione per le gambe di chi si accomoda dietro (notevole, invece, lo spazio in altezza). Per quanto riguarda le finiture la plancia è realizzata con plastiche rigide ma robuste e assemblate con cura. Le quotazioni recitano 15.500 euro.

2° Ssangyong Tivoli 1.6 Go     68 punti

La Ssangyong Tivoli 1.6 Go - acquistabile con 16.800 euro - è la SUV analizzata nella nostra “top five” più adatta alle famiglie: merito del grande spazio a disposizione delle gambe dei passeggeri posteriori e di un bagagliaio molto capiente (423 litri).

Comoda e silenziosa nei lunghi viaggi, monta il motore più potente del lotto (128 CV) ma è penalizzata da una spinta debole ai bassi regimi. Gli assemblaggi dei pannelli della carrozzeria, poi, presentano qualche imprecisione mentre la dotazione di serie è molto ricca: airbag per le ginocchia del guidatore, autoradio CD MP3 USB Aux Bluetooth e cerchi in lega.

4° Opel Mokka 1.6       57 punti

Le dimensioni esterne ingombranti (è lunga 4,28 metri) consentono alla Opel Mokka 1.6 di avere un bagagliaio grande quando si abbattono i sedili posteriori ma penalizzano il comportamento nelle curve (poco coinvolgente).

Ruvida e rumorosetta, si trova a 15.900 euro ma la dotazione di serie della versione “base” è davvero ridotta all’osso. L’autoradio si pagava (e si paga ancora oggi) a parte e gli airbag per le ginocchia e i cerchi in lega non erano (e non sono) neanche disponibili come optional.

4° Fiat 500X 1.6 Pop       57 punti

Nel 2015 la Fiat 500X 1.6 Pop era la proposta più economica del lotto e oggi si porta a casa con 16.500 euro.

Il motore della piccola SUV torinese non è eccezionale: povero di cavalli (110) e di coppia (152 Nm), è piuttosto assetato di benzina. Le forme particolari della carrozzeria, inoltre, non rendono la vettura molto adatta a trasportare carichi voluminosi in configurazione a due posti: sono solo 1.000, infatti, i litri che può accogliere il bagagliaio quando si abbattono i sedili posteriori.

Top Five Usato: piccole SUV a benzina, quale scegliere

L'opinione dei lettori