• pubblicato il 25-03-2013

Ferrari 612 Scaglietti (2010): pregi e difetti della supercar di Maranello

di Marco Coletto

Gli ultimi esemplari della coupé a quattro posti del Cavallino, introvabili, hanno quotazioni superiori a 100.000 euro

La Ferrari 612 Scaglietti è la Rossa più elegante degli anni Duemila. Gli ultimi esemplari, immatricolati nel 2010, sono difficili da trovare e hanno quotazioni che superano abbondantemente quota 100.000 euro. Scopriamo i suoi pregi e difetti.

Pregi

Abitabilità

Accomodarsi sui sedili dietro è semplice e il divano offre oltretutto tanto spazio a due passeggeri.

Finitura

L'abitacolo è realizzato con materiali di elevata qualità mentre il bagagliaio presenta rivestimenti di basso livello.

Dotazione di serie

Completa: autoradio, cambio automatico, cerchi in lega, climatizzatore, fari allo xeno, navigatore satellitare, sensori di parcheggio, sospensioni autoregolabili e vernice metallizzata.

Posto guida

Un salotto: sedile comodo, posizione di seduta sportiva e confortevole al tempo stesso e comandi ben posizionati.

Climatizzazione

L'impianto è degno di un'ammiraglia: potente e con bocchette anche per i sedili posteriori.

Sospensioni

La presenza degli ammortizzatori elettronici consente di avere la giusta taratura in qualsiasi condizione. Peccato che da questo reparto provenga qualche rumorino di troppo.

Rumorosità

Il motore ha un sound meraviglioso mentre gli unici fastidi arrivano, come già citato in precedenza, dalle sospensioni.

Motore

Il 5.7 V12 Euro 4 da 540 CV e 588 Nm di coppia ha una doppia anima: "tranquilla" fino a 5.000 giri, brutale oltre questa soglia.

Sterzo

Sorprendente: il comando è preciso come quello delle Ferrari più adatte alla guida in pista.

Prestazioni

Eccezionali: 320 km/h di velocità massima e 4,2 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. Niente male per la Ferrari più "lenta" dell'epoca…

Freni

Difficile trovare un'auto così pesante (sfiora le due tonnellate) con spazi d'arresto così contenuti.

Tenuta di strada

La 612 Scaglietti è probabilmente la Ferrari più semplice da guidare. Ha un comportamento sempre rassicurante e quando si esagera i controlli elettronici sistemano le cose.

Tenuta del valore

Le Ferrari sono degli assegni circolari: il prezzo è calato molto nei primi tre anni di vita ma ora dovrebbe stabilizzarsi.

Garanzie

La copertura globale e quella sulla verniciatura termineranno quest'anno. Dipende dal mese di immatricolazione.

Difetti

Capacità bagagliaio

240 litri sono un po' pochini per una supercar creata per accogliere una coppia con figli.

Cambio

La trasmissione automatica a sei rapporti è un pò lenta nei passaggi marcia e potrebbe deludere quando si guida in modo sportivo.

Dotazione di sicurezza

Mancano all'appello gli airbag laterali e quelli per la testa: male.

Visibilità

La Ferrari 612 Scaglietti non è tra le auto più semplici da parcheggiare: è molto lunga (4,90 metri, per la precisione) e presenta un cofano e una coda molto sporgenti. Per fortuna i sensori erano compresi nel prezzo.

Prezzo

Da nuova costava 272.151 euro, oggi è introvabile (più facile rintracciare gli esemplari meno recenti). Le quotazioni recitano 135.000 euro, poco più di una BMW M6 appena uscita dal concessionario.

Consumo

Particolarmente alto: 4,9 km/l dichiarati.

Scopri tutto il listino Ferrari.

Ferrari 612 Scaglietti (2010): pregi e difetti della supercar di Maranello

L'opinione dei lettori