• pubblicato il 08-04-2013

Ferrari California (2011): pregi e difetti della supercar di Maranello

di Marco Coletto

La "entry-level" del Cavallino a poco più di 130.000 euro

La California è la Ferrari più accessibile attualmente in listino: la supercar di Maranello è perfetta per gli amanti delle sportive che vogliono avvicinarsi al magico mondo del Cavalllino. La versione DCT del 2011 si trova facilmente a poco più di 130.000 euro: scopriamo i suoi pregi e difetti della spider emiliana.

Pregi

Abitabilità

L'abitacolo è molto spazioso se si viaggia in due: i due sedili posteriori esistono ma sono scomodi persino per dei bambini.

Finitura

La plancia è realizzata con materiali di qualità e assemblata in maniera impeccabile: dimenticatevi le Rosse di una volta.

Dotazione di serie

Abbastanza completa: autoradio, cerchi in lega, climatizzatore, fari allo xeno, interni in pelle, navigatore satellitare, sedili regolabili elettricamente e vernice metallizzata.

Capacità bagagliaio

Il vano di 340 litri è molto ampio e può accogliere comodamente le valigie di una coppia con un figlio piccolo. A patto che il tetto sia chiuso.

Posto guida

La posizione di seduta è da sportiva DOC: volante quasi verticale e sedile estremamente avvolgente.

Climatizzazione

L'impianto, estremamente potente ed efficace, è penalizzato solo da bocchette un po' troppo piccole.

Sospensioni

La taratura degli ammortizzatori non troppo rigida garantisce un buon comfort nell'uso quotidiano.

Rumorosità

La sinfonia proveniente dal propulsore va assaporata.

Motore

Il 4.3 V8 Euro 5 da 460 CV e 485 Nm di coppia offre una spinta interessante già ai bassi regimi ma le vere emozioni arrivano nella fascia compresa tra 5.000 e 8.000 giri.

Cambio

La trasmissione automatica a sette rapporti è una delle migliori mai utilizzate in ambito automobilistico. Il merito va soprattutto alla doppia frizione, che garantisce passaggi marcia rapidissimi.

Sterzo

Il comando è semplicemente eccezionale: trasferisce alle ruote in pochissimo tempo i comandi impartiti dal guidatore.

Prestazioni

Da brivido: 310 km/h di velocità massima e 4,0 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h.

Dotazione di sicurezza

Airbag frontali e a tendina e controlli di stabilità e trazione. Un pacchetto appena sufficiente.

Visibilità

La zona posteriore voluminosa non aiuta nei parcheggi: per fortuna i sensori sono di serie.

Freni

Potentissimi e mai in affanno.

Tenuta di strada

La California è la Ferrari più facile da guidare tra quelle attualmente in commercio. Ha un comportamento rassicurante anche se non va sottovalutata.

Prezzo

Da nuova costava 180.693 euro, oggi si trova facilmente a 133.000 euro. Poco meno di una Maserati GranCabrio "base" appena uscita dal concessionario. Una cifra non esagerata per una Ferrari con soli due anni di vita.

Tenuta del valore

Molti appassionati Ferrari non considerano la California - inizialmente progettata come Maserati - un vero modello del Cavallino e questo a lungo termine potrebbe incidere negativamente sulle quotazioni. A breve termine il valore è invece destinato a rimanere alto.

Garanzie

La copertura globale e quella sulla verniciatura termineranno nel 2014.

Difetti

Consumo

Beve parecchio: 7,6 km/l dichiarati.

Scopri tutto il listino Ferrari.

Ferrari California (2011): pregi e difetti della supercar di Maranello

L'opinione dei lettori