• pubblicato il 24-09-2012

Honda S2000 (2004): pregi e difetti della spider giapponese

di Marco Coletto

Divertimento puro a meno di 15.000 euro

La Honda S2000 non è solo un capolavoro di ingegneria (240 CV ricavati da un due litri aspirato) ma una delle spider più divertenti mai prodotte. Un esemplare del 2004 ben tenuto della sportiva giapponese si porta a casa senza problemi con meno di 15.000 euro: scopriamo i suoi pregi e difetti.

Pregi

Climatizzazione

L'impianto è potente e offre ampie bocchette d'aerazione.

Sospensioni

Rigide quanto basta per regalare il massimo piacere di guida al pilota.

Motore

Il 2.0 da 240 CV e 208 Nm di coppia ha una cilindrata interessante per chi intende risparmiare al momento di stipulare una polizza RC Auto, è molto potente ma è ancora Euro 3 e oltretutto è decisamente carente di brio ai bassi regimi. Il divertimento inizia intorno ai 7.000 giri, una soglia un po' troppo alta da raggiungere sulle strade normali. Il suo habitat ideale è la pista: se amate affrontare i cordoli è l'auto che fa per voi.

Cambio

La trasmissione manuale a sei rapporti ha una leva corta e maneggevole. Il pedale della frizione non è dei più leggeri.

Sterzo

Un comando eccellente che risponde in maniera rapida e precisa agli ordini del guidatore.

Prestazioni

Convincenti: 240 km/h di velocità massima e 6,2 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h.

Freni

L'impianto è ancora oggi considerato come uno dei migliori mai installati su una spider.

Tenuta di strada

Agile nelle curve e talmente incollata alla strada da non far sentire la mancanza del controllo di stabilità.

Tenuta del valore

La Honda S2000 è molto ricercata sul mercato dell'usato. Ha un futuro assicurato come auto d'epoca e le sue quotazioni restano particolarmente elevate.

Difetti

Abitabilità

Nonostante le dimensioni generose per una roadster (4,14 metri di lunghezza non sono pochi) l'abitacolo non è molto spazioso. I più alti potrebbero lamentarsi della carenza di centimetri all'altezza delle spalle e della testa (con la capote chiusa).

Finitura

La qualità delle plastiche della plancia e degli assemblaggi non raggiunge il livello offerto dalle rivali tedesche (BMW Z4 in primis).

Dotazione di serie

Un po' spartana: autoradio, cerchi in lega, climatizzatore e interni in pelle.

Capacità bagagliaio

152 litri sono un valore insufficiente persino per una coppia. Inadatta ai viaggi lunghi, costringe a compromessi anche nei week-end.

Posto guida

Non molto ampio a causa dell'ingombrante tunnel. I comandi sono ergonomici ma poco intuitivi.

Rumorosità

Chi è abituato al sound offerto da un propulsore a sei cilindri potrebbe rimanere deluso. Il piacere per le orecchie arriva solo intorno alla zona rossa e alle alte velocità non mancano i fruscii aerodinamici.

Dotazione di sicurezza

Ci sono solo gli airbag frontali. I cuscini laterali e l'ESP? Non disponibili nemmeno a pagamento.

Visibilità

Posteggiarla con la capote chiusa non è semplice: il lunotto piccolo e la coda ingombrante non aiutano.

Prezzo

Da nuova costava 39.751 euro, oggi si porta a casa facilmente con 14.300 euro. Quanto una Smart fortwo cabrio cdi pure appena uscita dal concessionario.

Consumo

10,0 km/l: un valore migliorabile.

Garanzie

La copertura globale e quella sulla verniciatura sono scadute nel 2007 mentre la corrosione è stata protetta fino al 2010.

Scopri tutto il listino dell'usato Honda.

Honda S2000 (2004): pregi e difetti della spider giapponese

L'opinione dei lettori