• pubblicato il 23-02-2015

Hyundai i20 1.2 5p. (2011): pregi e difetti della piccola coreana

La "segmento B" asiatica non è molto potente ma è ancora in garanzia: si trova facilmente a meno di 7.000 euro

La prima generazione della Hyundai i20 è una piccola molto sottovalutata e per questo motivo è semplice trovare esemplari recenti a prezzi non eccessivi (6.900 euro per una 1.2 5p. Comfort del 2011). Scopriamo insieme pregi e difetti della “segmento B” coreana, ancora in garanzia fino al prossimo anno.

Pregi

Finitura

Gli assemblaggi esterni sono molto curati mentre le plastiche della plancia potrebbero essere più morbide.

Dotazione di serie

Nella media della categoria: alzacristalli elettrici posteriori, autoradio, climatizzatore, fendinebbia e retrovisori ripiegabili elettricamente.

Posto guida

Sedile confortevole, comandi ergonomici e tante regolazioni: difficile trovare di meglio nel segmento.

Climatizzazione

L’impianto è molto potente e può oltretutto vantare bocchette ampie e pulsanti ben posizionati.

Cambio

La leva della trasmissione manuale a cinque marce della Hyundai i20 1.2 tende ad impuntarsi solo nella guida sportiva.

Sterzo

Preciso, sensibile e reattivo. In una parola: convincente.

Prestazioni

Buone nonostante la carenza di cavalli: 165 km/h di velocità massima e 12,9 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

Completa: airbag frontali, laterali e a tendina e controlli di stabilità e trazione. Da non sottovalutare, inoltre, le cinque stelle ottenute nei crash test Euro NCAP.

Visibilità

Ottima: merito delle ampie superfici vetrate.

Freni

Potenti in condizioni normali, migliorabili (niente di preoccupante, comunque) sulle superfici a scarsa aderenza.

Tenuta di strada

La Hyundai i20 è un’auto molto piacevole da guidare: l’assetto riuscito (pressoché privo di rollio) rassicura nelle curve prese a velocità sostenuta.

Prezzo

Da nuova la Hyundai i20 1.2 5p. Comfort costava 13.150 euro mentre oggi si trova senza problemi a 6.900 euro.

Tenuta del valore

La prima Hyundai i20 non ha conquistato molti automobilisti in Italia ma l’elevata affidabilità e la lunga garanzia (valida fino al 2016) potrebbero convincere molti potenziali acquirenti.

Consumo

Interessante. Il valore dichiarato recita 19,6 km/l e con uno stile di guida tranquillo si riesce sempre a rimanere sopra quota 15.

Garanzie

La copertura globale è valida fino al 2016 mentre quella sulla corrosione terminerà nel 2023.

Difetti

Abitabilità

I passeggeri posteriori più alti non hanno molti centimetri a disposizione della testa.

Capacità bagagliaio

295 litri (un valore interessante) che diventano 1.060 (capienza migliorabile) quando si abbattono i sedili posteriori.

Sospensioni

Un po’ troppo rigide sulle asperità più pronunciate.

Rumorosità

Elevata agli alti regimi: colpa di un propulsore “fracassone” e di un abitacolo migliorabile alla voce “insonorizzazione”.

Motore

Il 1.2 a benzina Euro 5 da 77 CV e 118 Nm di coppia è poco potente (adatto quindi ai neopatentati) ma offre una spinta regolare. Il brio arriva quando si superano i 4.000 giri.

Scopri tutto il listino dell’usato Hyundai.

Hyundai i20 1.2 5p. (2011): pregi e difetti della piccola coreana

L'opinione dei lettori