• pubblicato il 17-06-2013

Infiniti M37 (2010): pregi e difetti dell'ammiraglia giapponese

di Marco Coletto

Elegante fuori, sportiva sotto la pelle (monta il motore depotenziato della Nissan 370Z)

La Infiniti M37 è un'ammiraglia ricca di sorprese: fuori sembra una classica "berlinona" elegante ma sotto la pelle nasconde lo stesso motore (depotenziato) della Nissan 370Z. Bastano poco più di 30.000 euro per portarsi a casa un esemplare del 2010, peccato che sia introvabile. Scopriamo i pregi e difetti della lussuosa "segmento E" nipponica.

Pregi

Abitabilità

L'abitacolo offre tanti centimetri alla testa e alle gambe di chi si accomoda dietro.

Finitura

A bordo si respira aria di qualità: la plancia è realizzata con materiali lussuosi e i sedili sono tra i migliori della categoria.

Dotazione di serie

Ricca già dalla versione "entry-level": autoradio, cambio automatico, cerchi in lega, climatizzatore, fari allo xeno, fendinebbia, retrovisori ripiegabili elettricamente, sedili regolabili elettricamente, sensori di parcheggio e tetto apribile.

Posto guida

Basta un attimo per trovare la posizione di seduta ideale (merito delle numerose regolazioni). La consolle centrale, però, è sovraccarica di pulsanti.

Climatizzazione

L'impianto bizona è uno dei più curati nel segmento e ancora oggi è difficile trovare rivali in grado di offrire un tale livello di accuratezza nella gestione dei flussi.

Sospensioni

La taratura morbida (forse un po' troppo) degli ammortizzatori garantisce il massimo della comodità nei lunghi viaggi.

Rumorosità

Praticamente inesistente: il merito va al motore silenziosissimo e all'abitacolo estremamente insonorizzato.

Cambio

La trasmissione automatica a sette rapporti regala passaggi marcia fluidi ma delude nella guida sportiva.

Sterzo

Un comando adatto a chi cerca il comfort, meno a chi si illude di avere a che fare con una "berlinona" sportiva.

Prestazioni

Degne di una supercar: 250 km/h di velocità massima e 6,2 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h.

Dotazione di sicurezza

Completissima: su tutte le versioni ci sono airbag frontali, laterali e per la testa e controlli di stabilità e trazione. Senza dimenticare gli attacchi Isofix.

Freni

L'impianto ha una potenza nella media ma non soffre mai di affaticamento, nemmeno dopo un utilizzo intenso.

Tenuta di strada

Agile ma penalizzata da un assetto troppo "soft". Se fosse leggermente più rigida sarebbe divertentissima nelle curve.

Prezzo

Da nuova aveva un prezzo nella media della categoria (59.051 euro), oggi è introvabile. Le sue quotazioni recitano 31.000 euro: poco più di una BMW 316i "base" appena uscita dal concessionario.

Garanzie

La copertura globale (a patto che non siano stati superati i 100.000 km di percorrenza) e quella sulla verniciatura termineranno quest'anno (dipende dal mese di immatricolazione). Ancora valida fino al 2022 la protezione sulla corrosione.

Difetti

Capacità bagagliaio

500 litri sono un valore appena sufficiente a soddisfare le esigenze di tutti i passeggeri. La maggioranza delle rivali offre vani più capienti.

Motore

Il 3.7 V6 Euro 5 da 320 CV e 360 Nm di coppia è lo stesso - depotenziato - della Nissan 370Z. Un'unità ricca di cavalli perfetta per chi ama l'allungo ma a nostro avviso poco adatta ad un'ammiraglia così orientata verso il comfort: si avverte la carenza di coppia e il brio arriva solo intorno a quota 4.500-5.000 giri.

Visibilità

Non è mai semplice posteggiare un'auto lunga quasi cinque metri (4,95, per la precisione), soprattutto se ha una coda così sporgente. Per fortuna che i sensori sono presenti nella dotazione standard.

Tenuta del valore

Il marchio Infiniti - brand di lusso di Nissan - è pressoché ignorato in Italia, soprattutto su vetture a benzina. Preparatevi a vedere le quotazioni di questo modello calare drasticamente nei prossimi anni.

Consumo

Particolarmente elevato: 9,8 km/l dichiarati.

Scopri tutto il listino Infiniti.

Infiniti M37 (2010): pregi e difetti dell'ammiraglia giapponese

L'opinione dei lettori