Lada 112
  • pubblicato il 21-09-2012

Lada 112 (2003): pregi e difetti della compatta russa

di Marco Coletto

Esageratamente "low-cost", estremamente introvabile

La Lada 112 non è altro che la variante compatta della station wagon 111 già analizzata in queste pagine. Introvabile e tutt'altro che affidabile, ha quotazioni bassissime di poco superiori ai 1.000 euro. Scopriamo i pregi e i difetti di un esemplare del 2003 della "segmento C" russa.

Pregi

Capacità bagagliaio

450 litri che diventano 1.420 quando si abbattono i sedili posteriori. Un valore ideale per una famiglia con due figli.

Sospensioni

Gli ammortizzatori morbidi sono stati progettati per affrontare qualsiasi superficie stradale. Impeccabili.

Prezzo

Da nuova costava 9.158 euro, oggi è introvabile (più comuni, ma non troppo, le versioni a GPL). Le quotazioni si aggirano intorno ai 1.200 euro.

Difetti

Abitabilità

Paragonabile a quella di un'auto di categoria inferiore.

Finitura

La plancia è assemblata in maniera approssimativa con materiali di scarsa qualità soggetti a vibrazioni costanti. Il design del cruscotto, poi, è parecchio obsoleto.

Dotazione di serie

Appoggiatesta posteriori e volante regolabile. Nient'altro.

Posto guida

Scomodo, angusto e per nulla ergonomico. Per prendere confidenza con la disposizione (apparentemente casuale) dei comandi bisogna prendersi due giorni di ferie.

Climatizzazione

Cercate esemplari dotati dell'impianto (era optional). Tutto è minuscolo: dalle bocchette ai comandi.

Rumorosità

Ogni componente genera sonorità fastidiose: il propulsore, la plancia, gli ammortizzatori. Trovare un attimo di pace al volante sembra un'impresa.

Motore

Il 1.5 Euro 3 a benzina da 91 CV e 127 Nm di coppia va "tirato". Sotto i 4.000 giri è addormentato e torna a "nanna" verso quota 6.000.

Cambio

La leva tende ad impuntarsi e l'intero reparto "trasmissione" è tutt'altro che affidabile.

Sterzo

Pesante in manovra, leggero in velocità. Esattamente l'opposto di quello che dovrebbe fare un comando normale.

Prestazioni

185 km/h di velocità massima e 14 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. Non molto scattante.

Dotazione di sicurezza

Inesistente.

Visibilità

Il lunotto posteriore inclinato non aiuta nei parcheggi.

Freni

L'impianto sottodimensionato non garantisce spazi d'arresto accettabili.

Tenuta di strada

L'assenza di controlli elettronici e di disposiitivi per la sicurezza passiva sono un invito a guidare piano. Il sottosterzo è in agguato ad ogni curva.

Tenuta del valore

Pari a zero. La scarsa affidabilità delle auto russe (nonché la qualità infima) non invoglia potenziali acquirenti.

Consumo

13,5 km/l non è un valore di cui andare particolarmente fieri.

Garanzie

La copertura globale è scaduta nel 2005.

Scopri tutto il listino Lada.

Lada 112 (2003): pregi e difetti della compatta russa

L'opinione dei lettori