Lada Niva
  • pubblicato il 03-09-2012

Lada Niva GPL (2008): pregi e difetti della fuoristrada russa

di Marco Coletto

Una 4x4 a gas a poco più di 5.000 euro

La Lada Niva è una fuoristrada per chi ha bisogno di andare ovunque ma ha poche pretese. Un mezzo inadatto a chi è abituato alla comodità delle SUV ma eccellente per chi vuole risparmiare. Le versioni a GPL del 2008 si portano a casa facilmente con poco più di 5.000 euro. Scopriamo i pregi e i difetti.

Pregi

Sospensioni

Gli ammortizzatori soft sono la parte migliore dell'intera vettura. Potrebbero anche affrontare lunghi viaggi senza affaticare il guidatore e i passeggeri se non fosse per (quasi) tutte le altre componenti.

Freni

L'impianto è potente ed efficace: una delle poche componenti della vettura (insieme alle sospensioni) a meritare la promozione.

Prezzo

Da nuova costava 13.131 euro, oggi si porta a casa facilmente con 5.300 euro.

Difetti

Abitabilità

I passeggeri dietro hanno pochissimi centimetri a disposizione. D'altronde stiamo parlando di un'auto lunga solo 3,72 metri.

Finitura

A bordo si respira un'atmosfera tipica degli anni '70: la Lada Niva è l'auto più longeva oggi in commercio (presentata nel 1976). Difficile trovare una plancia dal design così datato: senza contare che gli assemblaggi e i materiali utilizzati sono tutt'altro che perfetti.

Dotazione di serie

Quattro ruote (motrici), un volante e i sedili: nient'altro.

Capacità bagagliaio

266 litri che diventano 1.000 abbattendo i sedili posteriori: un valore sufficiente ad accogliere le valigie di una coppia senza figli.

Posto guida

Scomodo e carente di regolazioni. Comandi per nulla ergonomici.

Climatizzazione

Il climatizzatore non è disponibile nemmeno come optional e le uniche bocchette in grado di raffreddare o riscaldare (male) si trovano sulla consolle centrale. Aprire i finestrini d'estate è un obbligo.

Rumorosità

Estremamente elevata in qualsiasi condizione di guida. Tutto contribuisce ad offrire sonorità fastidiose: il motore, gli organi meccanici e un abitacolo del tutto privo di pannelli fonoassorbenti.

Motore

Il 1.7 Euro 4 a GPL da 81 CV inizia a svegliarsi intorno ai 3.000 giri. Potrebbe essere decisamente più pronto ai bassi regimi.

Cambio

La trasmissione a cinque marce con ridotte è penalizzata da una rapportatura lunga delle marce basse che non aiuta quando bisogna affrontare delle salite ripide. Gli appassionati di fuoristrada ritengono che questo (insieme alla scarsa affidabilità) sia il difetto più importante della Niva.

Sterzo

Il comando è servoassistito ma resta sempre e comunque eccessivamente rigido. Non è in linea con la pedaliera: qualsiasi viaggio più lungo di 100 km si rivela scomodo.

Prestazioni

Insufficienti: 137 km/h di velocità massima e 17 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h.

Dotazione di sicurezza

ABS? Airbag? Controllo di stabilità? Niente di tutto questo. La resistenza nei crash-test, inoltre, non dovrebbe essere delle migliori.

Visibilità

Nonostante sia poco più lunga di una citycar non è semplice da parcheggiare: percepire gli ingombri del cofano non è facile e il lunotto posteriore non è particolarmente ampio.

Tenuta di strada

Su asfalto è rassicurante: con lei è impossibile raggiungere il limite. In fuoristrada, come abbiamo già detto, potrebbe essere più incisiva nelle pendenze importanti.

Tenuta del valore

Le Lada non sono molto ricercate: costano poco ma sono anche poco affidabili. Pur essendo una fuoristrada (un segmento molto richiesto tra le vetture di seconda mano) ha visto il suo prezzo dimezzarsi in quattro anni.

Consumo

Molto alto: 8,8 km/l.

Garanzie

La copertura globale è scaduta nel 2010.

Scopri tutto il listino Lada.

Lada Niva GPL (2008): pregi e difetti della fuoristrada russa

L'opinione dei lettori