• pubblicato il 19-10-2012

Lexus SC (2004): pregi e difetti della supercar giapponese

di Marco Coletto

Lussuosa ed estremamente sportiva

La Lexus SC è una sportiva dalla doppia anima: elegante e raffinata, offre prestazioni degne di una supercar. Un esemplare del 2004 della cabriolet del brand di lusso del Gruppo Toyota (già analizzata nella più recente versione restyling) si porta a casa senza problemi con poco più di 16.000 euro. Scopriamo i suoi pregi e difetti.

Pregi

Abitabilità

Ufficialmente i posti sono quattro ma sul divano posteriore c'è spazio (scarso) solo per due bambini. In compenso i sedili anteriori sono ben distanziati.

Finitura

Impossibile pretendere di più: l'abitacolo è curato in modo impeccabile, così come gli assemblaggi della carrozzeria.

Dotazione di serie

Si fa prima a dire quello che manca: i sensori di parcheggio e le sospensioni autoregolabili.

Posto guida

Posizione di seduta ampiamente regolabile, sedile comodo e comandi ergonomici. I pulsanti sul volante sembrano invece piazzati alla rinfusa.

Climatizzazione

Un impianto da dieci e lode: potente e ampiamente configurabile.

Sospensioni

Gli ammortizzatori sono tra i più soffici mai visti nel segmento delle supercar. Ideali per affrontare viaggi lunghi senza affaticare il guidatore e i passeggeri.

Rumorosità

Praticamente inesistente. Il motore dal sound ovattato e l'abitacolo estremamente insonorizzato contribuiscono a regalare il massimo relax agli occupanti.

Sterzo

Poco reattivo, è perfetto per il cliente tipo di questa vettura, generalmente poco avvezzo ad affrontare i tornanti con il coltello tra i denti.

Prestazioni

Sorprendenti per la tipologia di vettura: la velocità massima di 250 km/h è buona ma quello che più colpisce è lo "0-100" effettuato in soli 6,4 secondi.

Dotazione di sicurezza

C'è tutto tranne gli airbag per la testa. Promossa.

Visibilità

Buona quando si viaggia scappottati, un po' meno con il tetto su.

Freni

Ottimi nella guida di tutti i giorni, diventano poco incisivi quando li si sfrutta a fondo.

Tenuta di strada

Poco agile ma rassicurante.

Tenuta del valore

Nonostante il brand Lexus non sia tra i più richiesti sul mercato dell'usato la SC ha tutte le caratteristiche per diventare una futura storica.

Garanzie

Premessa: la Lexus SC è una delle sportive più affidabili di sempre. Detto questo la copertura globale e quella sulla verniciatura sono terminate nel 2007 mentre quella sulla corrosione è valida fino al 2016.

Difetti

Capacità bagagliaio

89 litri con il tetto aperto sono davvero pochi. Qualche sacchetto può essere posizionato sul divano posteriore.

Motore

Il 4.3 V8 a benzina Euro 4 da 286 CV (un po' pochini) e 419 Nm di coppia potrebbe deludere gli amanti dei propulsori "cattivi". La spinta arriva intorno ai 3.000 giri ma non è mai brutale.

Cambio

La trasmissione automatica a cinque rapporti regala passaggi marcia inavvertibili ma non è rapida come quelle offerte dalle rivali.

Prezzo

Da nuova era carissima (73.481 euro), oggi si porta a casa facilmente con 16.300 euro. Poco più di una Fiat 500 C 1.2 Pop Star appena uscita dal concessionario.

Consumo

8,3 km/l, un valore migliorabile.

Scopri tutto il listino Lexus.

Lexus SC (2004): pregi e difetti della supercar giapponese

L'opinione dei lettori