• pubblicato il 09-05-2016

Maserati GranTurismo S (2009): pregi e difetti della supercar modenese

Design sexy (firmato Pininfarina) e un sound eccezionale a 60.000 euro

Nel 2009 la Maserati GranTurismo S era il modello più “cattivo” della Casa del Tridente nonché l’unico in grado di scattare da 0 a 100 km/h in meno di 5 secondi. L’elegante e sportiva supercar modenese si trova facilmente usata a 60.000 euro: scopriamo insieme i suoi pregi e difetti.

I pregi della Maserati GranTurismo S del 2009

Abitabilità

La Maserati GranTurismo S è una supercar ingombrante (4,88 metri di lunghezza) e questo ha permesso agli ingegneri del Tridente di ricavare due sedili posteriori comodi.

Finitura

Materiali di qualità, assemblaggi migliorabili.

Dotazione di serie

Sulla Maserati GranTurismo S si fa prima a dire quello che manca: il tetto apribile.

Capacità bagagliaio

Il vano di 260 litri soddisfa le esigenze di una coppia.

Posto guida

Posizione di seduta sportiva, sedili avvolgenti e comandi non molto ergonomici.

Climatizzazione

L’impianto è molto potente ma i pulsanti per regolarlo si trovano troppo in basso.

Sospensioni

La taratura non troppo fastidiosa degli ammortizzatori della Maserati GranTurismo S consente di effettuare lunghe percorrenze senza fatica con la coupé emiliana.

Rumorosità

La Maserati GranTurismo S andrebbe acquistata principalmente per due ragioni: il design sexy di Pininfarina e il sound eccezionale del V8 del Tridente.

Motore

Il 4.7 V8 Euro 5 da 440 CV e 490 Nm di coppia ha una doppia anima: nell’uso normale è sobrio e pacato mentre sopra i 4.000 giri spinge come un forsennato regalando brividi di piacere.

Cambio

La trasmissione robotizzata a sei rapporti della Maserati GranTurismo S offre passaggi marcia rapidi ma non molto fluidi. Chi vuole il comfort è meglio che punti sulla versione automatica.

Sterzo

Ottimo nell’uso quotidiano, perde un po’ di precisione quando si guida in modo aggressivo.

Prestazioni

Da dieci e lode: 295 km/h di velocità massima e 4,9 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

Nella media del segmento: airbag frontali e laterali, attacchi Isofix e controlli di stabilità e trazione.

Visibilità

Nonostante gli ingombri considerevoli la Maserati GranTurismo S si parcheggia abbastanza bene.

Freni

Potentissimi: non deludono neanche nell’uso in pista.

Tenuta di strada

Superlativa: non mette mai in difficoltà e regala una costante sensazione di stabilità.

Tenuta del valore

Le supercar usate non hanno molto mercato in Italia per via del superbollo ma le quotazioni della Maserati GranTurismo S restano alte.

I difetti della Maserati GranTurismo S del 2009

Prezzo

Da nuova la Maserati GranTurismo S costava 129.672 euro, oggi si trova senza problemi a 60.000 euro: poco meno di una BMW M2 appena uscita dal concessionario.

Consumo

6,1 km/l dichiarati: un valore piuttosto alto.

Garanzie

La copertura globale è terminata nel 2012.

Maserati GranTurismo S (2009): pregi e difetti della supercar modenese

L'opinione dei lettori