• pubblicato il 07-07-2014

Nissan Qashqai 1.6 dCi 4WD (2014): pregi e difetti della SUV giapponese

Tante note positive e poche negative per la Sport Utility più amata dagli italiani

La seconda generazione della Nissan Qashqai ha impiegato pochissimo tempo a conquistare il pubblico e ora è saldamente in testa alla classifica delle SUV più vendute del nostro Paese. Oggi analizzeremo i numerosi pregi e i pochi difetti della motorizzazione più potente della gamma - la 1.6 dCi - abbinata alla trazione integrale 4WD nell’allestimento intermedio Acenta.

Pregi

Abitabilità

L’abitacolo ampio garantisce spazio sufficiente ad una famiglia non troppo numerosa.

Finitura

È in questa materia che si notano maggiormente i passi in avanti compiuti dalla Casa giapponese rispetto alla prima generazione: la plancia è rivestita con plastiche morbide e ben assemblate e anche nelle zone più nascoste è difficile trovare imperfezioni.

Dotazione di serie

La versione Acenta è abbastanza completa: cerchi in lega, fendinebbia e specchietti retrovisori ripiegabili elettricamente.

Capacità bagagliaio

Il vano di 430 litri è adatto alle esigenze di una coppia con un paio di figli. Quando si abbattono i sedili posteriori diventa immenso (1.533 litri).

Posto guida

Il sedile - migliorato alla voce “comodità” - garantisce un buon livello di comfort anche nei lunghi viaggi e i comandi sono ben posizionati.

Climatizzazione

L’impianto automatico bizona è potente ed è ben supportato da bocchette ampie.

Rumorosità

Il sound del propulsore è discreto e l’abitacolo è ottimamente insonorizzato.

Motore

Il 1.6 turbodiesel dCi Euro 5 da 131 CV e 320 Nm di coppia ha una cilindrata contenuta che consente di risparmiare sull’assicurazione RC Auto e offre una spinta adeguata già a partire da 1.500 giri.

Cambio

Impossibile rimanere delusi: la trasmissione manuale a sei marce è caratterizzata da una leva maneggevole e da una frizione tra le più leggere del segmento.

Prestazioni

Nella media della categoria: 190 km/h di velocità massima e 10,5 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

C’è tutto quello che serve: airbag frontali, laterali e a tendina, attacchi Isofix, controlli di stabilità e trazione, cruise control e sensori pressione pneumatici.

Visibilità

La posizione di seduta rialzata consente di dominare la strada e i montanti non troppo voluminosi sono di grande aiuto nelle manovre.

Freni

L’impianto è potente ma soffre di leggeri affaticamenti dopo un uso intenso.

Tenuta di strada

Sempre sicura nelle curve, non mette mai in difficoltà neanche quando si esagera con l’acceleratore.

Tenuta del valore

La Nissan Qashqai è la SUV più amata dagli italiani e questo dovrebbe contribuire a mantenere elevati i prezzi sul mercato dell’usato. Va detto, però, che le versioni a trazione integrale sono meno richieste di quelle 2WD.

Consumo

Non elevato, nonostante le quattro ruote motrici: 20,4 km/l.

Garanzie

Nel 2017 termineranno la copertura globale (a patto che non siano stati superati prima i 100.000 chilometri) e quella sulla verniciatura. La protezione sulla corrosione è invece valida fino al 2026.

Difetti

Sospensioni

Gli ammortizzatori hanno una taratura più rigida rispetto alla prima serie: niente di preoccupante, comunque.

Sterzo

Il grado di risposta del servocomando è regolabile ma anche nella modalità più sportiva è più adatto ad un uso turistico.

Scopri tutto il listino dell’usato Nissan.

Nissan Qashqai 1.6 dCi 4WD (2014): pregi e difetti della SUV giapponese

L'opinione dei lettori