• pubblicato il 02-03-2015

Porsche 911 Carrera 4 Cabriolet (2010): pregi e difetti della supercar tedesca

La scoperta di Zuffenhausen a trazione integrale si porta a casa con meno di 70.000 euro ma è introvabile

La Porsche 911 Carrera 4 Cabriolet è una supercar perfetta per chi vuole viaggiare con il vento nei capelli nella massima sicurezza (trazione integrale). Trovare un esemplare del 2010 non è semplice (la maggioranza dei clienti ha preferito spendere qualcosa in più per le più potenti 4S) e le quotazioni sono inferiori a 70.000 euro. Scopriamo insieme i pregi e i difetti della sportiva tedesca.

Pregi

Finitura

A bordo della scoperta teutonica si respira aria di qualità: la plancia è realizzata con materiali curati e presenta assemblaggi praticamente perfetti. Un’auto destinata a durare.

Dotazione di serie

Completa: autoradio, cerchi in lega, climatizzatore, fari allo xeno e fendinebbia.

Posto guida

Perfetto per chi cerca la sportività: posizione di seduta bassa (un po’ scomoda dopo molti chilometri) e comandi ergonomici.

Climatizzazione

Impianto potente ed efficace, bocchette un po’ piccole.

Motore

Il 3.6 Euro 5 a sei cilindri contrapposti da 345 CV e 390 Nm di coppia della Porsche 911 Carrera 4 Cabriolet è un’unità dalla doppia anima: sotto i 4.000 giri offre una spinta regolare che consente un utilizzo quotidiano della vettura, oltre questa soglia si scatena regalando forti brividi di piacere.

Sterzo

All’inizio può sembrare un po’ duro, quasi come se fosse privo di servoassistenza. Una volta presa confidenza è impossibile non apprezzarlo.

Prestazioni

Da supercar di razza: 284 km/h di velocità massima e 5,2 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

C’è tutto quello che serve: airbag frontali, laterali e a tendina e controlli di stabilità e trazione.

Visibilità

Buona in modalità scoperta, un po’ meno buona con la capote in tela: cercate esemplari dotati di sensori di parcheggio (erano optional).

Freni

Perfetti in qualsiasi condizione.

Tenuta di strada

La Porsche 911 Carrera 4 Cabriolet è incollata all’asfalto: la trazione integrale rende questa sportiva una delle supercar più facili da guidare.

Tenuta del valore

Anche in tempi di superbollo la Porsche 911 resta una sportiva apprezzatissima sul mercato dell’usato, specialmente se scoperta.

Difetti

Abitabilità

Ufficialmente i posti sono quattro ma quelli dietro sono utilizzabili solo da bambini piccoli.

Capacità bagagliaio

Il vano anteriore della Porsche 911 Carrera (l’unico disponibile visto che il motore si trova dietro) non è molto ampio ed è ancora più piccolo sulle varianti 4 a trazione integrale per via della trasmissione. 105 litri sono a malapena sufficienti per un single.

Sospensioni

La taratura degli ammortizzatori rigida regala un eccellente piacere di guida ma un comfort migliorabile sulle sconnessioni.

Rumorosità

Il sound sportivo del motore è molto piacevole ma quando si cerca il brio esistono rivali in grado di offrire lo stesso piacere acustico in modo più garbato.

Cambio

La trasmissione manuale a sei marce di serie è buona, il problema è il pedale della frizione granitico.

Prezzo

Da nuova costava 106.952 euro, oggi è introvabile (la maggior parte dei clienti ha preferito spendere qualcosa in più per le 4S, con 40 CV in più). Le quotazioni recitano 68.900 euro: poco più di una BMW 435dA xDrive Cabrio Sport appena uscita dal concessionario.

Consumo

9,3 km/l dichiarati, oltre 7 adottando uno stile di guida tranquillo. Un valore poco adatto ai tempi attuali ma adeguato per un’auto da quasi 350 CV.

Garanzie

La copertura globale è scaduta nel 2012 e quella sulla verniciatura nel 2013. Ancora valida, fino al 2020, la protezione sulla corrosione.

Scopri tutto il listino dell’usato Porsche.

Il mondo Porsche 911

Porsche 911 Carrera 4 Cabriolet (2010): pregi e difetti della supercar tedesca

L'opinione dei lettori