• pubblicato il 24-11-2014

Porsche Boxster (2005): pregi e difetti della supercar tedesca

La spider di Zuffenhausen (penalizzata dal cambio a cinque marce) si trova facilmente a meno di 20.000 euro

Per entrare nel magico mondo Porsche senza spendere una follia si può puntare su una Boxster usata del 2005: la spider di Zuffenhausen si trova facilmente di seconda mano e bastano meno di 20.000 euro per portarsela a casa. Scopriamo insieme i suoi pregi e difetti.

Pregi

Dotazione di serie

C’è tutto quello che serve: autoradio, cerchi in lega, climatizzatore e fendinebbia.

Capacità bagagliaio

Il vano anteriore e quello posteriore - il motore è montato in posizione centrale - offrono una capienza di 280 litri adatta ai weekend in coppia.

Posto guida

Posizione di seduta ribassata ma volante non in asse con la pedaliera.

Climatizzazione

Impianto potente ed efficace ma… manuale. La maggior parte dei clienti ha però optato per il più valido automatico.

Sospensioni

Taratura rigida ma tutt’altro che fastidiosa: nei lunghi viaggi non affatica gli occupanti.

Rumorosità

Il sound è piacevole e discreto (quando si viaggia tranquilli): se si tirano le marce regala brividi di piacere.

Motore

Il 2.7 boxer a sei cilindri Euro 4 presenta numerosi alti e bassi: ha una cilindrata relativamente contenuta ed è ricco di cavalli (239) ma è povero di coppia (270 Nm) ed è divertente solo oltre i 5.000 giri.

Sterzo

Difficile trovare in circolazione un comando così sensibile e preciso.

Prestazioni

Buone, anche se non eccezionali: 256 km/h di velocità massima e 6,2 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

Completa: airbag frontali, laterali e a tendina e controlli di stabilità e trazione.

Freni

Molto potenti ma poco dosabili.

Tenuta di strada

La Porsche Boxster è una sportiva che conosce il significato del termine “divertimento”: solo i piloti più esperti, però, possono sfruttarla al 100%.

Tenuta del valore

Il prezzo della Porsche Boxster del 2005 è destinato a scendere ancora, ma non troppo.

Difetti

Abitabilità

I posti sono solo due: lo spazio a disposizione delle spalle è discreto mentre per quanto riguarda i centimetri per le gambe molte rivali offrono abitacoli più accoglienti.

Finitura

Dentro è costruita con cura mentre la qualità degli assemblaggi dei pannelli della carrozzeria spesso non è all’altezza del marchio Porsche.

Cambio

Adottare una trasmissione a cinque marce su una supercar da quasi 250 CV è stata una scelta sbagliata: la leva, oltretutto, ha una corsa lunga e bisogna anche fare i conti con una frizione tutt’altro che leggera. In alternativa molti hanno optato per il cambio automatico (un po’ lento nei passaggi marcia, a dire il vero).

Visibilità

La Porsche Boxster è una spider ingombrante (4,33 metri di lunghezza non sono pochi) e nei parcheggi l’assenza dei sensori (erano optional), la posizione di seduta bassa, la coda sporgente e il lunotto piccolo (quando la capote è chiusa) non sono di grande aiuto.

Prezzo

Da nuova costava parecchio (46.879 euro), oggi si trova senza problemi a 19.000 euro: poco meno di una Fiat 500 C TwinAir S appena uscita dal concessionario.

Consumo

10,4 km/l dichiarati nel ciclo misto sono un valore in linea con quanto comunicato dalle rivali. Preoccupante, invece, il dato relativo al ciclo urbano: 7,2 km/l.

Garanzie

La copertura globale è scaduta nel 2007 e quella sulla verniciatura nel 2008. Ancora valida, ma solo fino al 2015, la protezione sulla corrosione.

Scopri tutto il listino dell’usato Porsche.

Porsche Boxster (2005): pregi e difetti della supercar tedesca

L'opinione dei lettori