Usato

Porsche Cayenne S (2003)

La prima generazione della SUV di Zuffenhausen è sportiva e versatile. Ma i consumi...

di Marco Coletto -

La Porsche Cayenne S è una delle SUV “premium” più facili da trovare sul mercato dell’usato. Qualche anno fa la prima serie della Sport Utility di Zuffenhausen era un vero e proprio status-symbol, oggi un esemplare del 2003 costa meno di 20.000 euro. Scopriamo i pregi e i difetti.

ABITABILITÀ – Buona, anche se i passeggeri troppo alti seduti sui sedili posteriori potrebbero lamentarsi per via del ridotto spazio a disposizione della testa.

FINITURA – Gli interni sono ben realizzati mentre si trova qualche imperfezione negli accoppiamenti della carrozzeria.

DOTAZIONE DI SERIE – Solo discreta: cerchi in lega, climatizzatore, interni in pelle e sedili regolabili elettricamente.

CAPACITÀ BAGAGLIAIO – Eccellente per cinque persone: 540 litri che diventano 1.770 abbattendo i sedili posteriori.

POSTO GUIDA – Se non fosse per l’assetto rialzato nulla farebbe pensare di trovarsi a bordo di una SUV: grazie alle numerose regolazioni è possibile impostare il volante e i sedili anche in modo sportivo.

CLIMATIZZAZIONE – L’impianto è di alto livello ma i comandi non sono particolarmente eleganti.

SOSPENSIONI – Il giusto compromesso tra sportività e comfort: la compagna ideale di chi affronta lunghi viaggi in autostrada.

RUMOROSITÀ – Piacevole: merito degli otto cilindri a V.

MOTORE – Il 4.5 V8 da 340 CV e 420 Nm di coppia è molto vivace ma è penalizzato da una cilindrata elevata e da una certa flemma ai bassi regimi.

CAMBIO – La trasmissione automatica Tiptronic a sei rapporti è dolce nei passaggi marcia. Peccato che impieghi troppo tempo ad effettuare queste operazioni.

STERZO – Morbido in manovra, efficace nelle curve. Semplicemente fantastico.

PRESTAZIONI – 242 km/h e 7,2 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. Nella media della categoria.

DOTAZIONE DI SICUREZZA – C’è tutto quello che serve: airbag frontali, laterali e a tendina e controlli elettronici di stabilità e trazione.

VISIBILITÀ – Gli ingombri esterni sono notevoli (4,78 metri di lunghezza) ma le superfici vetrate sono ampie.

FRENI – Mai in difficoltà, nemmeno dopo un uso intenso.

TENUTA DI STRADA – Su asfalto si comporta esattamente come una berlina sportiva (il baricentro alto non si nota), in off-road se la cavicchia.

PREZZO – Da nuova costava 67.249 euro, oggi si trova facilmente a 19.000 euro. Quanto una Nissan Qashqai “base” appena uscita dal concessionario.

TENUTA DEL VALORE – A otto anni dal lancio i prezzi si sono mantenuti alti. Il marchio Porsche, d’altronde, è paragonabile ad un assegno circolare…

CONSUMO – Altissimo: 6,7 km/l dichiarati.

GARANZIE – Quella globale è scaduta nel 2005 mentre quella sulla verniciatura nel 2006. L’unica ancora valida è quella sulla corrosione: terminerà nel 2013.

Foto

Porsche Cayenne (2003)

La prima generazione della SUV di Zuffenhausen è sportiva e versatile.